Camillo Barone

Camillo Barone

Sempre in viaggio per raccontare emozioni

 

 

Nato a Campobasso nel 1997, lascia la sua città a 18 anni per proseguire gli studi a Roma. Sceglie la LUISS e nell’ottobre del 2018 si laurea in Politics, Philosophy and Economics discutendo una tesi sull’importanza dei corridoi umanitari promossi dalla comunità di Sant’Egidio. Curioso, empatico e a volte permaloso, sogna di diventare giornalista per mettersi in gioco. Scrivendo, raccontando e soprattutto imparando.

Cos’è che ti ha fatto davvero capire cosa vuoi fare da grande?

«Ho fatto molto volontariato e sono stato a contatto con tante persone. A 14 anni però una cara zia mi ha regalato Un uomo, libro di Oriana Fallaci che considero speciale. Lo porto sempre con me, mi ha fatto capire quanto siano importanti le emozioni e la ricerca della verità. Quanto è sottile il confine tra vita privata e professionale».

Da giornalista di cosa vorresti occuparti?

«Esteri e Medio Oriente. Ma mi piace parlare di politica a tutto tondo».

Diventato maggiorenne lasci la tua terra. Cosa porti con te di quegli anni?

«Ricordi ed esperienze. Ho frequentato il liceo classico “Mario Pagano” e sono stato per due anni rappresentante degli studenti. Organizzando incontri e conferenze ho così avuto modo di confrontarmi con persone di grande spessore. Ad alcuni di loro devo tanto».

Qualche nome?

«Giuseppe Tabasso e Felicita Pistilli. Persone fantastiche, giornalisti straordinari. Hanno frequentato il mio stesso liceo e mi ha colpito il grande amore che mettono in tutto quello che fanno».

Ci sono state altre esperienze importanti nel tuo percorso?

«Tra il 2016 e il 2017 sono stato per sette mesi a The Post Internazionale per uno stage. Ho toccato con mano questo mestiere e ho capito quanto sia difficile e affascinante. Poi l’Erasmus a Wellington, in Nuova Zelanda. In quel momento c’è stata una svolta radicale. Sono quasi rinato, ho ricominciato da zero. Ho conosciuto nuove persone e ho staccato la spina per un po’. Al mio ritorno un altro stage, a Radio Vaticana, e poi la collaborazione prima di cominciare il Master in Giornalismo».

Tra i tanti impegni, come detto, il volontariato

«Sono forse le esperienze più vere, quelle che mi hanno dato di più a livello umano. Ho girato l’Italia e sono stato anche in Kosovo. Ho conosciuto storie difficili di persone coraggiose. Ad ogni ritorno raccontavo quelle più toccanti sul blog universitario “Sempre positivi” e sui miei canali social. Anche da qui viene fuori questo amore per il giornalismo in Luiss».

Progetti?

«Un sogno direi. Quello di scrivere un libro. Per raccontare e mettere insieme le storie di quelle persone che ce l’hanno fatta e che hanno raggiunto una nuova vita grazie ai corridoi umanitari di Sant'Egidio».

Guardi tanta tv?

«In realtà guardo molti talk show e telegiornali. Gli altri mi definiscono un vero e proprio “malato di politica” e a casa spesso scherzano su questo perché riesco a riconoscere le voci di giornalisti e conduttori ad occhi chiusi».

E nel tempo libero?

«In passato ho praticato nuoto anche a livello agonistico. Poi ho lasciato stare. Oggi mi piace leggere, viaggiare ed esplorare. Dal 2015 vivo a Roma e appena posso prendo il mio scooter (un Malaguti 125) per girare tra le strade della Capitale. Per conoscere cose nuove ed imparare».

A cura di Michele Antonelli


Ratzinger
George Gaenswein, il segretario personale di Benedetto XVI, ha fatto sapere che il Papa emerito non...
Robert-Sarah
Il prossimo 15 gennaio uscirà un libro scritto a quattro mani dal Papa emerito Benedetto XVI e da...
Photo Credit: Vatican Media
Il prossimo 15 gennaio uscirà il nuovo libro del cardinale Robert Sarah in collaborazione col Papa...
copertina
Un pub diverso dagli altri nel cuore del quartiere Appio-Tuscolano a Roma: "Vale la Pena" è il...
Marta Cartabia durante la conferenza stampa dopo essere stata eletta alla carica di presidente della Corte costituzionale, Roma 11 dicembre 2019. ANSA/GIUSEPPE LAMI
È la prima donna a essere nominata presidente della Consulta nella storia della Repubblica.
principale
Si è svolta ieri alla Luiss la presentazione del nuovo libro di Maurizio Molinari “Assedio...