Elisabetta Amato

Elisabetta Amato

Non dico 33, vado in cerca di «cake» news

 

Venticinquenne romana del quartiere Montesacro, Maturità Classica, laurea triennale in Lettere Moderne e laurea specialistica in Editoria e Scrittura presso l’Università “La Sapienza” di Roma. Nella sua tesi ha discusso l’influenza delle fake news nel mondo dell’informazione di oggi.

Hai realizzato di voler diventare giornalista al termine dell’ultimo biennio di studi?

«Credo di sì. La consapevolezza è cresciuta piano piano nel corso degli anni, trovando linfa vitale nella mia passione per la scrittura. Sono nata in una famiglia di medici ed avvocati, ma, dall’età di 11 anni, non sono mai riuscita ad immaginarmi né con il camice ed il fonendoscopio al collo, né con la toga e la Costituzione italiana in mano».

Hai già vissuto esperienze professionali come giornalista?

«Da Novembre 2018 fino a pochi mesi fa ho scritto nel giornale La Quarta, mensile cartaceo del III Municipio, il quartiere dove vivo. Ho trattato una grande varietà di tematiche, dal costante ed annoso problema della viabilità alla disciplina dell’acrobatica a mezz’aria, fino all’incontro con Dacia Maraini tenutosi nella libreria “Sinestetica” in occasione della sua “Lectio su letteratura e giornalismo”».

Cosa significa per te giornalismo?

«In due parole obiettività e verità. Vuol dire scandagliare il mondo e raccontare i fatti con la massima imparzialità».

Hai avuto qualche modello che ti ha ispirato?

«Federica Angeli, di cui ho letto il libro “A mano disarmata”. Ammiro l’immenso coraggio dimostrato in questi anni durante le inchieste sulla criminalità organizzata romana. Un’altra figura di riferimento è Giancarlo Siani, il giornalista ucciso nel 1985 dalla camorra. Il film di Marco Risi “Fortapàsc” legato alla sua vicenda è stato per me fonte di ispirazione negli anni del Liceo. In quel momento qualcosa è scattato».

Cosa ti piace fare nel tempo libero?

«Adoro andare al cinema e guardare le serie televisive. Ho appena iniziato “La casa di carta”. Amo leggere, specialmente la letteratura italiana del Novecento. Consiglio “Palomar” di Italo Calvino. Al contrario del protagonista spero, però, di riuscire a rendere partecipi dei miei pensieri molte persone. Infine, il modo che preferisco per staccare la spina è cucinare dolci, una passione nata quasi per caso, per evadere dallo stress delle sessioni d’esame».

Qualche dolce ti riesce particolarmente bene?

«I biscotti al cocco e le crostate. Sai qual è la cosa buffa? Non sono golosa e difficilmente li assaggio. Ricevo, però, ottime recensioni».

Sei particolarmente riconoscente a qualcuno per i traguardi sinora raggiunti?

«La mia famiglia mi ha sempre sostenuto. Se devo fare un nome, però, dico mio padre, perché mi ha trasmesso la caparbietà ed il messaggio di non mollare mai. Comincio questo Master concentrata e determinata, con l’obiettivo di arrivare fino in fondo a questo importante percorso di crescita professionale. E questa non è una fake news».

A cura di Jacopo Vergari


Il caso Gregoretti arriva nell'aula di Palazzo Madama. In programma il voto per il processo all'ex...
Bonaccini Santelli
I risultati delle elezioni regionali sono molto chiari. Anche grazie al movimento delle Sardine,...
FOTO 3
Federica Monacelli, atleta di pugilato, ha creato il "Victoria Project", idea innovativa che fa...
Marciapiede senza manutenzione in via Comano
Il marciapiede che da via Comano conduce alla Stazione Nuovo Salario è in stato di abbandono. Per...
sindacati
L'annuncio dei due gruppi spacca il mondo sindacale sulle prospettive della fusione. Posti di...
epa08079570 A handout photo made available by FCA and PSA car makers on 18 December 2019, showing French carmaker PSA Chairman and CEO Carlos Tavares (L) and FCA CEO Mike Manley (R) shaking hands after the signing of a merger deal at a undisclosed location, 18 December 2019. The two companies said in a statement that the combined company will be the 4th largest global automobile manufacturer by volume and 3rd largest by revenue with annual sales of 8.7 million units and combined revenues of nearly 170 billion euro.  EPA/FCA / PSA HANDOUT  HANDOUT EDITORIAL USE ONLY/NO SALES
All'indomani della fusione fra FCA e PSA, l'intervista a Paolo Griseri chiarisce alcuni aspetti...