Tornano i Pokèmon con i giochi di VIII generazione

CHIBA, JAPAN - SEPTEMBER 20:  An attendee plays a video game on the PlayStation 4 video game console in the Sony Interactive Entertainment booth during the Tokyo Game Show 2018 on September 20, 2018 in Chiba, Japan. The Tokyo Game Show is held from September 20 to 23, 2018.  (Photo by Tomohiro Ohsumi/Getty Images)

Il 15 novembre escono Spada e Scudo, nuovi titoli di un brand che da più di 20 anni segue il miglioramento delle console Nintendo. Tante novità ma anche grande spazio alla grafica


A distanza di 3 anni da Pokèmon Sole e Luna e a due anni dai loro sequel UltraSole e UltraLuna, il 15 novembre usciranno in tutto il mondo Pokèmon Spada e Scudo, i titoli di ottava generazione, ambientati nella regione di Galar, che passano da Nintendo 3DS alla console Switch, che permette prestazioni grafiche mai viste prima.

A quanto sembra dai trailer rilasciati finora, al centro dei nuovi titoli del brand Pokèmon si ha il combattimento: le lotte più importanti avverranno dentro a dei veri e propri stadi, mentre il team antagonista (il Team Yell) sarà composto da tifosi – dediti all’eccesso del tifo, si può immaginare – con addirittura delle vuvuzelas in dotazione.

Le novità

Oltre a decine di nuovi mostriciattoli tascabili, sono tante le nuove meccaniche che Nintendo sta lentamente rivelando attraverso i trailer. Dal punto di vista grafico c’è la completa personalizzazione dell’aspetto estetico del personaggio, mentre dal punto di vista della giocabilità Spada e Scudo vedranno l’arrivo di una nuova meccanica di gioco, la modalità Dynamax e Gigantimax: durante la lotta un Pokèmon può ingrandirsi in modo esponenziale per tre turni, ottenendo così mosse speciali e statistiche potenziate. A quanto sembra, questa modalità andrà a sostituire megaevoluzioni e mosse Z, rispettivamente meccaniche iconiche di sesta e settima generazione.

Le forme Galar e le terre selvagge

Se nella settima generazione avevamo potuto vedere delle forme alternative di Pokèmon iconici come Raichu, Meowth e Marowak, questo torna anche in ottava generazione con le forme Galar (per ora) di Weezing e di Linoone, con tipo, mosse e abilità diversi dalle forme originali.

Le prestazioni della console Nintendo Switch permettono anche l’esistenza delle «terre selvagge», spazi incontaminati dove il giocatore può muoversi liberamente godendo sia di nuove meccaniche di gioco sia di un’immersione completa nell’ambiente circostante.

I raid

Sulla falsa riga del famosissimo gioco per dispositivi mobili Pokèmon Go, anche in Spada e Scudo saranno presenti dei raid in cui più giocatori (reali o impersonati dalla CPU) si alleeranno per lottare contro Pokèmon selvatici estremamente potenti. Sul sito ufficiale del brand viene spiegata l’importanza dei raid: «I Pokémon catturati nei Raid Dynamax di Pokémon Spada e Pokémon Scudo potrebbero avere un’abilità speciale. Inoltre, nei Raid Dynamax potresti anche incontrare Pokémon speciali in grado di Gigamaxizzarsi! E se non ti scoraggi e continui a lottare, potresti persino incontrare rarissimi Pokémon che possono Gigamaxizzarsi… e hanno anche un’abilità speciale!».

 

 

condividi