Il centrodestra a trazione leghista conquista la Basilicata, crollo dei 5stelle

Il nuovo presidente della Regione Basilicata Vito Bardi durante la conferenza stampa dopo l'elezione, Potenza, 25 marzo 2019. ANSA/TONY VECE

Con oltre il 40% dei voti, l'ex generale della Guardia di finanza Vito Bardi è il nuovo presidente della regione.


Dopo Abruzzo e Sardegna, il centrodestra a trazione leghista conquista anche la Regione Basilicata, e mette fine a 24 anni consecutivi di centrosinistra.

Vito Bardi, ex generale della Guardia di finanza, conquista la presidenza con il 42,2%. Lo seguono Carlo Trerotola del centrosinistra al 33,1%, Antonio Mattia del M5S al 20,3% e Valerio Tramutoli al 4%, con una lista civica. Il Movimento 5 stelle crolla rispetto alle scorse politiche, ma resta primo partito nella regione e più che raddoppia il risultato rispetto alle regionali del 2013, quando aveva ottenuto l’8,9 per cento.

Significativa l’affluenza, che alle 23 è stata del 53,58, più alta rispetto al 47,6% del 2013.

“Abbiamo scritto la storia, la Basilicata è pronta per il cambiamento”: così Vito Bardi ha salutato il risultato, mentre lo spoglio era ancora in corso. “Nella mia agenda al primo posto ci sarà il lavoro. I giovani devono restare e avere le loro opportunità. Con legalità e trasparenza”.

Bardi potrà contare su una maggioranza in aula di dodici consiglieri. Segue la ripartizione dei seggi: Lega 6, Forza Italia 3, Fratelli d’Italia 1, Idea – Un’altra Basilicata 1, Basilicata positiva Bardi Presidente 1 per la maggioranza; per l’opposizione Carlo Trerotola, Avanti Basilicata 2, Comunità democratiche – Pd 2, Movimento 5 Stelle 3.

Significativo test nazionale, in voto in Basilicata rappresentava l’ultimo banco di prova del governo prima delle elezioni europee del 26 maggio. Così il centrodestra a trazione leghista si aggiudica il sesto successo consecutivo, dalle elezioni governative dello scorso 4 marzo, dopo il voto in Trentino, Friuli-Venezia Giulia, Molise, Abruzzo e Sardegna. Il centrosinistra incasserebbe invece la prima sconfitta dopo l’elezione del nuovo segretario, Nicola Zingaretti, che aveva scelto proprio la Basilicata, con la città di Matera, per concludere la sua campagna elettorale, .

condividi