Les Jeux sont faits, al via l’edizione 2019 del Salone di Ginevra

epa07414643 The new Ferrari F8 Triturbo is unveiled during the first media day at the 89th Geneva International Motor Show in Geneva, Switzerland, 05 March 2019. The Motor Show will open its gates to the public from 07 to 17 March presenting more than 180 exhibitors and more than 100 World and European premieres.  EPA/CYRIL ZINGARO

La kermesse svizzera apre i suoi cancelli al pubblico dal 7 al 17 marzo. Molte le novità presentate a tutti i livelli: dalla Ferrari F8 Tributo, al concept elettrico della nuova Panda, passando per i 100 anni di Bentley e per il Suv compatto di Alfa Romeo


Ginevra, come Montecarlo, è una terra che alimenta il tradizionale sodalizio tra casinò e motori. Rien ne va plus; come nella roulette la pallina che gira deciderà la vincita, i modelli in mostra nei padiglioni del Geneva Palaexpo determineranno le prossime tendenze dell’automotive. Nel mondo dei saloni automobilistici ormai in crisi Ginevra è un caposaldo che resiste alla diserzione delle grandi case. Forse per la lunga tradizione (quella di quest’anno è l’89esima edizione) o per il posizionamento in terra neutrale, la kermesse elvetica gode ancora di buona salute, almeno rispetto al salone di Parigi 2018 e a quello di Detroit 2019, caratterizzati da tante assenze eccellenti. Quello che aprirà le porte dal 5 al 6 marzo per la stampa e dal 7 al 17 per il pubblico sarà un salone quasi al completo. Per fare l’en plein mancherebbero DS, Ford, Hyundai, Infiniti, Jaguar, Land Rover, Opel e Volvo. Tutti gli altri marchi hanno risposto al richiamo di Ginevra, e alcuni top brand come Ferrari, Audi e Bmw hanno deciso di presentarsi al salone con un profilo di alto livello.

Saranno due auto a litigarsi la corona di reginetta della manifestazione: la Ferrari F8 Tributo, erede della 488 e ultima interpretazione delle berlinette a motore centrale V8 tanto care a Maranello. A contendere alla rossa gli scatti dei paparazzi sarà il debutto della Pininfarina nelle vesti di costruttore con la Battista (dedicata al fondatore della storica carrozzeria), una hypercar che i timorati del superbollo dovrebbero lasciar perdere, in virtù dei suoi 1900 cavalli. Rimanendo nell’ambito delle supersportive, Lamborghini e Porsche pensano già all’estate presentando le versioni scoperte di due modelli ‘forti’ del loro listino, rispettivamente la Huracan Evo Spyder e la 911 (serie 992) Cabriolet. E per chi alle prestazioni delle supercar preferisce il comfort e l’opulenza, il marchio diventato simbolo del lusso a 4 ruote, Bentley, festeggerà i suoi 100 anni con una versione speciale della Continental GT, la Number 9 Edition, prodotta guarda caso in 100 esemplari.

Archiviando le ‘prime donne’ e passando a stand più accessibili, questo Salone di Ginevra darà ampio spazio anche ai marchi premium. Offensiva ecologica per Audi, che schiererà la sua gamma ibrida plug-in al completo, presentando anche due prototipi esclusivamente elettrici, Q4 e-tron Concept ed e-tron GT Concept. BMW si affiderà all’impatto scenico dell’ultima versione dell’ammiraglia di casa, la solenne Serie 7, e all’efficienza delle ibride plug-in 330e e X5 45e, oltre a mostrare per la prima volta in pubblico l’esemplare unico M850i Night Sky, con frammenti di meteorite nelle finiture interne. Per quanto riguarda Mercedes, la maggiore attenzione sarà rivolta verso il restyling del SUV GLC. Spazio (tanto spazio) sarà necessario anche per esporre l’imponente GLE 53 AMG da 600 cavalli.

Per quanto riguarda i marchi generalisti, attesa e curiosità sta suscitando lo stand del gruppo FCA, che punta su Ginevra per dare ufficialmente il via al dopo-Marchionne. Importanti segnali di vita, che metteranno fine a mesi di silenzio, dovrebbero venire proprio da Fiat, intenzionata a celebrare i 120 anni dalla sua fondazione con un’edizione speciale di 500, 500L e 500X. Occhi puntati anche sul concept elettrico ‘Centoventi’, che anticipa gli stilemi della prossima Panda e fa intravedere i progressi fatti dal marchio di Torino in vista della sua imminente svolta green. Elettrificazione che interesserà anche la controparte americana del gruppo, con il brand Jeep, che potrebbe presentare una nuova versione ibrida di Compass e/o Renegade. Importanti novità anche per Alfa Romeo, che rivelerà il Tonale, il suo primo Suv compatto, oltre al restyling della Giulietta e alle versioni ‘Alfa Romeo Racing’ di Giulia e Stelvio Quadrifoglio Verde, in onore al team di Formula Uno.

Infine, c’è grande attesa per il derby francese nel segmento delle utilitarie. Verranno infatti presentate a Ginevra le nuove generazioni di due auto diventate ormai dei must sulle strade europee, la Renault Clio e la Peugeot 208, di cui sarà esposto anche il concept elettrico. Per quanto riguarda il gruppo Volkswagen, verrà dato grande spazio alla nuova Passat e alle versioni cabrio ed R del suv T-Roc. Seat porterà un prototipo che anticiperà le linee della nuova Leon, mentre il linguaggio dei suv verrà declinato anche da Skoda con Scala e Kamiq. Passando al Sol Levante, in molti attendono di poter ammirare dal vivo la nuova versione della storica sportiva di Toyota, la Supra, tornata nel listino del costruttore giapponese dal 2002.

condividi