Il tempo dei coriandoli

Il secondo appuntamento in strada del Carnevale di Viareggio 2019. La photogallery


C’è un mese all’anno in cui il mare di Viareggio diventa un dettaglio trascurabile. Al terzo colpo di cannone, uno dei Carnevali più famosi d’Italia prende possesso dei Viali ellittici a ridosso della spiaggia per i 5 Corsi Mascherati della stagione.

Al centro dell’anello di strade affollate ogni fine settimana da 200mila spettatori sfilano quest’anno 14 carri allegorici (9 di prima categoria, i più voluminosi, 5 di seconda). Giganti di cartapesta alti anche più di 20 metri, frutto della creatività e della fatica di oltre 25 ditte artigiane. Sui carri lavorano spesso figli d’arte, a cui padri e nonni hanno insegnato tutte le tecniche per modellare, colorare e far muovere i colossi carnascialeschi più grandi del mondo. Insieme alle creature dei Maestri costruttori viareggini, quest’anno sfilano anche 9 gruppi e 9 maschere isolate. Secondo le stime della Confederazione Nazionale dell’Artigianato, l’indotto che la manifestazione porta nella città versiliana vale 26 milioni di euro.

Un’edizione che la Fondazione Carnevale, guidata da Maria Lina Marcucci, ha deciso di dedicare al mondo femminile. «La tradizione di questa festa popolare affonda nella celebrazione della vita che rinasce. Il Carnevale sancisce la fine dell’inverno e apre le porte alla primavera, stagione in cui la terra rifiorisce e genera nuova vita. Proprio come le donne, portatrici di vita», ha dichiarato la presidente spiegando il tema scelto per il 2019, secondo l’usanza di un Carnevale da sempre impegnato ad attirare l’attenzione di pubblico e media su importanti temi di attualità.

Alle spalle, 146 anni di una festa che, dagli spazi esclusivi dei teatri, si è trasferita all’aperto un martedì grasso del 1873. I ricchi rampolli dell’epoca, riuniti come loro abitudine al caffè del Casinò, si inventarono una sfilata di carrozze in Via Regia, la più importante della città. Da allora, alle parate in maschera si sono aggiunte feste rionali, spettacoli pirotecnici e teatrali, veglioni e appuntamenti gastronomici seguiti da più di 32 milioni di persone. In attesa della premiazione della giuria, fissata per il 5 marzo, la grande festa di Viareggio continua.

condividi