Rischio crollo sulla E45: sotto sequestro un viadotto della bretella più importante d’Italia

Foto di ANSA

La superstrada è percorsa soprattutto da mezzi pesanti. Il provvedimento del gip di Arezzo dopo l’allarme dei tecnici: il pericolo di un collasso c’è


In provincia di Arezzo uno dei tratti sopraelevati della E45, la trafficata via di collegamento fra Emilia Romagna e Toscana, è finito sotto sequestro.Si tratta del viadotto Puleto, vicino alla località di Valsavignone.

La decisione del gip di mettere i lucchetti e i sigilli dell’autorità giudiziaria al ponte stradale risponde a una richiesta del procuratore capo di Arezzo Roberto Rossi, alla guida delle indagini aperte su un precedente cedimento. A febbraio 2018, infatti, una piazzola di sosta della superstrada più lunga d’Italia era franata. A causare lo smottamento sarebbe stato un pilone a sostegno del cemento armato della strada, che il tempo ha consumato. Un ex poliziotto aveva segnalato anche attraverso foto pubblicate su Facebook la precarietà della colonna, con il ferro a vista, sollevando la necessità di una consulenza.

Foto di ANSA/UFFICIO STAMPA
Foto di ANSA/UFFICIO STAMPA

Per arrivare a un provvedimento così urgente, ha giocato un ruolo fondamentale il parere della commissione di tecnici, due ingegneri, che il pm Rossi ha incaricato di una perizia sulla salute del viadotto. Il verdetto è spiazzante: in quel tratto la E45 rischia di diventare un altro Ponte Morandi. Il pericolo di un crollo, secondo gli esperti, è reale, anche per via della viabilità tradizionale della E45, trafficata soprattutto da mezzi pesanti ma non solo. In queste ore, con il sequestro in corso, si stanno cercando soluzioni per non bloccare del tutto la circolazione. Sul posto sono al lavoro un centinaio di operai dell’Anas insieme ai dirigenti del compartimento di Firenze

condividi