Strega 2018, Helena Janeczek guida la cinquina

Il libro di Helena Janeczek "La ragazza con la Leica". 
ANSA
+++EDITORIAL USE ONLY - NO SALES+++

Un'edizione nel segno delle donne: sono tre su cinque


Il premio Strega, il più importante premio letterario italiano, entra nel vivo con l’annuncio dei cinque titoli in finale, la cosiddetta «cinquina». Un’edizione, quella 2018, caratterizzata da una maggioranza femminile tra i finalisti e dalla presenza di una casa editrice indipendente in prima posizione, la Guanda. Ed è proprio una donna, Helena Janeczek, a guidare la classifica, con La Ragazza con la Leica (256 voti), dedicato all’amore tra i due pionieri del fotoreportage Robert Capa e Gerda Taro. Al secondo posto Marco Balzano con Resto qui (243 voti, Einaudi), un altro romanzo storico che si svolge nel Sud Tirolo e abbraccia quarant’anni di storia italiana, dal Fascismo agli anni Sessanta, seguito da Sandra Petrignani con La corsara. Ritratto di Natalia Ginzburg (Neri Pozza, 200 voti), Lia Levi con Questa sera è già domani (Edizioni E/O, 173 voti), Carlo D’Amicis con Il gioco (Mondadori, 151 voti). Prima degli esclusi, per due voti di distacco, Francesca Melandri con Sangue giusto (Rizzoli) che ha avuto 149 voti. L’anno scorso il premio è stato vinto da Paolo Cognetti con Le otto montagne. L’ultima volta che a vincere è stata una donna è stato nel 2003: vinse Melania Mazzucco, con Vita. Il vincitore sarà proclamato il prossimo 5 luglio.

condividi