La crisi italiana vista dalla stampa estera

IMG_06mar2018222940

Come i giornali stranieri commentano lo stallo politico di questi giorni e le sue conseguenze


«L’Italia è precipitata in una crisi politica che sta riaccendendo il dibattito sul futuro dell’Europa». Le preoccupazioni sul futuro del nostro Paese si riflettono anche nelle parole della stampa straniera. Il Wall Street Journal, principale quotidiano finanziario americano, inizia così un lungo articolo dal titolo Il dramma politico italiano alza la posta sull’euro, dedicato alla situazione di stallo politico in cui l’Italia è caduta, che si riflette inevitabilmente sui mercati finanziari come dimostra la recente impennata dello Spread.

Le conseguenze dell’impasse politico, venutosi a creare dopo il rifiuto del presidente della Repubblica Sergio Mattarella di confermare il governo sostenuto da Lega e 5 Stelle, sarebbero secondo l’autorevole quotidiano molto più profonde e gravi, talmente importanti da innescare un dibattitto sulla sopravvivenza dell’intera eurozona. «La questione fondamentale è se la terza economia della zona euro debba rimanere nell’unione monetaria», continua il WSJ evidenziando inoltre il crescente timore euroscettico negli elettori italiani, come dimostrano i risultati ottenuti dai partiti populisti alle ultime elezioni.

Della questione italiana si è occupato anche il Financial Times. Dalle colonne del quotidiano londinese si paventa il nervosismo dei mercati finanziari alla nomina di Carlo Cottarelli e le conseguenze politiche del rifiuto di Mattarella di nominare paolo Savona Ministro dell’Economia. Anche in questo caso vengono in luce dubbi sulla sopravvivenza dell’Unione Europea così come è adesso.

Il New York Times prende le parti di Mattarella, evidenziando la sua «Loyalty to the Euro», la lealtà all’Europa che l’avrebbe portato a non autorizzare un governo con posizioni antieuropeiste in tema economico. Il quotidiano newyorkese elogia la scelta del presidente ispirata alla tutela del risparmio e a garantire stabilità sul mercato finanziario, non mancando di sottolineare però il caos politico a cui questa decisione ha portato.

Dalla Francia, Le Monde, tramite il suo corrispondente a Roma Jèrome Gautheret, mostra preoccupazione per la deriva populista che potrebbe investire l’Italia, con i partiti anti-sistema che quasi sicuramente trionferanno alle prossime elezioni.

Il Guardian, quotidiano liberal inglese, pone l’accento inoltre sulla questione del possibile impeachment a Mattarella, evocato con forza dal Movimento 5 Stelle. Questa eventualità, unita all’assenza di un governo stabile, comporterebbe una congiuntura pericolosa per i mercati e per la stabilità dell’Europa.

I temi delle analisi e dei commenti sono dunque simili, così come ad accomunare la stampa estera è la comune preoccupazione sulle conseguenze politiche, sia in tema economico che di rapporti con l’UE, che la crisi politica italiana potrebbero comportare.

condividi