Dombrovskis: “Nuovo governo italiano riduca il debito pubblico”

ANSA / MATTEO BAZZI

Secondo Bankitalia il debito pubblico è aumentato di circa 20 miliardi. Preoccupazione del vicepresidente della Commissione UE


Il debito delle amministrazioni pubbliche è aumentato di 15,9 miliardi, risultando pari a 2.302,3 miliardi di euro.

È quanto fotografano i dati della Banca d’Italia presentati nel fascicolo “Finanza Pubblica, fabbisogno e debito”. Gran parte dell’aumento è imputabile al fabbisogno delle amministrazioni pubbliche (circa 20,1 miliardi), oltre che alla variazione dei tassi di cambio, sempre secondo l’Istituto di via Nazionale. A marzo le entrate tributarie contabilizzate nel bilancio dello Stato ammontavano a 28, 5 miliardi senza particolari variazioni rispetto al 2017.

Sulla questione del debito italiano si è espresso anche il vicepresidente della Commissione UE Valdis Dombrovskis. “Il compito principale del nuovo governo sarà quello di ridurre il deficit e il debito pubblico”, così Dombrovskis riferendosi in particolare all’Italia, invitando inoltre il futuro esecutivo a “mantenere gli impegni europei”.

 

condividi