Facebook: nuove tutele sulla privacy e un servizio per diventare come Tinder

Mark_Zuckerberg_on_stage_at_Facebook's_F8_Developers_Conference_2015_(16933363212)

Durante l'F8, l'incontro annuale degli sviluppatori di Facebook, Mark Zuckerberg ha annunciato importanti novità riguardanti la piattaforma social. Nuovi controlli in temi di Privacy e un nuovo servizio di "dating" che verrà rilasciato entro la fine dell'anno


2696190509_a13f2e7a47_bC’era più di un motivo per seguire a San Jose in California l’F8, l’annuale incontro degli sviluppatori di Facebook. Dopo gli scandali di Cambridge Analyrica e Russiagate, Mark Zuckerberg doveva dare un segnale forte ai suoi 2,2 miliari di utenti e così ha fatto.

L’aria che si respirava non era delle migliori, soprattutto nei primi minuti, dove il fondatore del social network si è concentrato sull’analisi dei punti deboli della sua piattaforma. Poi la sterzata per cercare di riavvicinarsi ai suoi utenti. «Vogliamo unire le persone» ha ripetuto più volte Zuckerberg nel suo discorso, sottolineando come uno degli obiettivi di Facebook sia quello di connettere le persone e costruire dei rapporti duraturi. Proprio per questo la società di Menlo Park ha annunciato l’arrivo di una nuova funzionalità dedicata agli incontri. «Molte persone si dichiarano single sulla nostra piattaforma, così abbiamo deciso di pensare a loro» dice scherzando il CEO di Facebook. Il nuovo servizio, che verrà messa a disposizione entro fine anno, sarà separato dalla piattaforma principale. Saranno previsti, dunque, un profilo ed una chat autonoma con lo scopo di «creare relazioni autentiche e durevoli, non solo di una notte» assicura Zuckerberg.

Gli utenti potranno creare un profilo per il “dating” visibile unicamente agli altri iscritti. Da qui, i papabili partner verranno selezionati e suggeriti in base agli interessi e alle amicizie in comune. Durante l’incontro non è stato specificato se il servizio sarà a pagamento o gratuito, eppure il suo impatto sul mercato è stato devastante. Match, l’azienda proprietaria di Tinder con cui Facebook entrerà in competizione, ha già registrato a Wall Street un calo del 17%.

Tuttavia le novità non si fermano solo al dating. Zuckerberg si è concentrato anche in tema privacy lanciando Clear History. Un nuovo controllo privacy a cui il fondatore di Facebook non solo ha dedicato parte del suo discorso durante l’F8, ma anche un lungo post sul suo profilo.

Un modo semplice per pulire il proprio browser dai cookies e dalla cronologia. Questa nuova funzione permetterà di visualizzare siti e applicazioni con i quali si è interagito e decidere se cancellare o meno le informazioni. Viene dunque lasciato il libero arbitro con la consapevolezza che “la decisione di cancellare i cookies dal browser, può peggiorare parte della propria esperienza di navigazione” chiarisce Zuckerberg sul post. Tutto per cercare di dare maggiore trasparenza in tema di dati sensibili.

Novità anche sulla piattaforma di Instagram, dove verranno ampliate le funzioni di comunicazione introducendo le chat video, saranno migliorate le funzioni di ricerca e, inoltre, verrà previsto un filtro anti-bulli che nasconderà i commenti contenenti attacchi di qualsiasi natura. Infine Mark Zuckerberg ha annunciato il rilascio di Oculus Go. Un visore per la realtà virtuale, senza cavi e senza una piattaforma, per rendere a 360° l’esperienza social. Già da oggi sono disponibili le versioni da 32 e 64 giga rispettivamente a 219 e 269 Euro. Riguardo a quest’ultimo a destare particolare attenzione è l’applicazione di “Oculus Tv” che verrà rilasciata nei prossimi mesi. Tra i partner che hanno preso parte al progetto spicca Netflix, ma anche tante altre piattaforme video che inisieme a questo strumento si prefiggono di cambiare il modo di guardare la televisione.

Tante novità, tanti obiettivi, per ricucire un rapporto tra Facebook e i suoi utenti logorato dai molti scandali che si sono susseguiti nell’ultimo periodo. Chissà che non sia proprio la sua funzione di dating che, come Cupido, scocchi la freccia giusta per riaccendere la passione tra la piattaforma e i suoi iscritti.

condividi