Champions League, la Roma cade con lo Shakhtar: in Ucraina finisce 2-1

epa06551521 Facundo Ferreyra (R) of Shakhtar scores during the UEFA Champions League round of 16, first leg soccer match between Shakhtar Donetsk and AS Roma in Kharkiv, Ukraine, 21 February 2018.  EPA/SERGEY DOLZHENKO

Nonostante il gol del vantaggio di Under, gli uomini di Di Francesco si fanno rimontare dagli ucraini. Questa sera in campo le altre italiane in Europa League


Poteva andare meglio, certo, ma anche molto peggio. Nel gelo di Kharkiv finisce 2-1 l’andata degli ottavi di finale di Champions League fra Shakthar Donetsk e Roma. I giallorossi danno per larghi tratti l’impressione di poter vincere la partita, esprimendo un buon calcio e presentandosi regolarmente davanti alla porta difesa da Pyatov. Nel primo tempo le occasioni da gol fioccano per gli uomini di Di Francesco, che però devono aspettare il 41’ per passare in vantaggio. Perotti lavora un pallone sulla sinistra, Dzeko trova l’imbucata e Under trafigge il portiere ucraino con un sinistro velenoso. Prosegue così lo straordinario momento di forma del turco, arrivato a quota 5 gol nelle ultime 4 partite. Sarà questo però l’ultimo squillo della Roma, che dopo l’intervallo si spegne e soffre maledettamente il gioco e il ritmo dello Shakthar.

Nella ripresa c’è solo una squadra in campo, quella allenata da Paulo Fonseca, e al 52’ trova il gol del pari con l’argentino Ferreyra, abile a sfruttare un buco di Florenzi e involarsi verso la porta giallorossa. Lo Shakthar diventa sempre più pericoloso e soltanto uno straordinario Alisson evita l’imbarcata ai suoi. Il portiere brasiliano compie due interventi prodigiosi, prima sulla conclusione ravvicinata di Marlos, poi sulla sassata all’incrocio di Taison. Nulla può tuttavia al 71’ sulla splendida punizione di Fred, che vale il 2-1 per i padroni di casa. Al 93’ la Roma rischia di subire il colpo del k.o., evitato soltanto da un rocambolesco salvataggio sulla linea di Bruno Peres. Fra tre settimane all’Olimpico la gara di ritorno, in cui i giallorossi dovranno assolutamente evitare cali di tensione come quello di Kharkiv per non compromettere il passaggio del turno in Champions League.

Questa sera scendono in campo le altre italiane in Europa League. Alle 19 la Lazio in casa deve rimontare l’1-0 dell’andata con lo Steaua Bucarest, mentre il Napoli vola a Lipsia per provare a ribaltare il pesante 1-3 della gara del San Paolo. Alle 21 per il Milan gara in discesa con i bulgari del Ludogorets, mentre è chiamata all’impresa l’Atalanta contro i tedeschi del Borussia Dortmund.

Alessio Esposito

condividi