Olimpiadi invernali, gli atleti azzurri al Quirinale

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella consegna la bandiera agli atleti italiani in partenza per i Giochi Olimpici e Paralimpici invernali PyeongChang 2018, Roma, 18 dicembre 2017. ANSA/AMMENDOLA/UFFICIO STAMPA QUIRINALE

Mattarella ha consegnato il Tricolore ai portabandiera italiani


Sergio Mattarella ha ricevuto al Quirinale una delegazione di atleti Olimpici e Paralimpici, ai quali ha rivolto un messaggio di auguri in vista dei Giochi in programma a partire dal prossimo 9 febbraio. “La bandiera che vi consegno significa che tutta l’Italia è con voi – ha dichiarato il Presidente – conto di seguire alcune gare in tv”. I portabandiera azzurri saranno la pattinatrice Arianna Fontana e il giocatore di Para Ice Hockey Florian Planker.

Presenti alla cerimonia anche il Presidente del Comitato Olimpico Nazionale Italiano, Giovanni Malagò, e il Presidente del Comitato Italiano Paralimpico, Luca Pancalli. Rivolgendosi a Mattarella, Malagò ha dichiarato: “Questa volta andiamo in un Paese che ha una differenza di fuso orario di otto ore. Non vogliamo rovinare le sue notti però, quando può, ci guardi perché per lo sport italiano è motivo di orgoglio sapere di essere seguiti passo dopo passo, gara dopo gara, dall’uomo che più di ogni altri rappresenta l’unità del Paese”. Gli fa eco Pancalli “questa è la più bella istantanea di un Paese che attraverso lo sport racconta una dimensione di inclusione possibile: questo senso di riconoscenza e gratitudine è vivo in ogni atleta qui presente”.

Molto emozionata anche Arianna Fontana, che avrà l’onore di sventolare la bandiera italiana a PyeongChang durante la cerimonia d’apertura “quando il Presidente mi ha consegnato la bandiera mi si è quasi fermato il cuore, per poi ripartire a mille. E mi immagino mia madre si sia messa a piangere”. Tangibile anche la commozione del paralimpico Planker: “Non capita tutti i giorni, l’emozione non si nasconde, ma dopo 23 anni che sono in giro a fare gare un po’ di esperienza ce l’ho”. “Per me è un grande onore essere stato scelto – ha aggiunto il giocatore di Para Ice Hockey – e spero che questa bandiera porti fortuna all’intero sport azzurro. Mi auguro che sventoli spesso a PyeongChang perché si dice sempre che l’importante è partecipare, ma noi siamo una squadra forte e vogliamo anche vincere”.

condividi