L’«untore» di Ancona: probabili 200 vittime

Dopo il caso di Valentino Talluto, emerge ad Ancona un nuovo caso di "untore". Un autotrasportatore 32enne potrebbe aver infettato circa 200 donne

Dopo il caso di Valentino Talluto, trentaduenne romano condannato a ottobre dello scorso anno a 24 anni di carcere, emerge un nuovo caso di “untore”. È stato arrestato per lesioni dolose gravissime un autotrasportatore di 36 anni di Ancona. Positivo all’Hiv da 11 anni, aveva rapporti sessuali senza adottare precauzioni. I casi di donne vittime del contagio potrebbero essere più di 200. L’arresto è scattato dopo la denuncia dell’attuale compagna che ha scoperto di aver contratto la malattia. La precedente convivente dell’uomo, contagiata molto probabilmente sempre da lui, è deceduta nel novembre scorso per Aids.

condividi