Aquarius è in viaggio verso il porto di Valencia

Ancora in acque libiche la Sea Watch 3 con a bordo 41 migranti mentre è sbarcata a Catania la nave Diciotti della Guardia costiera con 932 migranti.

Dopo che lunedì, a sorpresa, è arrivata la disponibilità della Spagna guidata dal neo premier Pedro Sánchez ad accogliere Aquarius, è partito il piano di salvataggio predisposto dall’Imrcc (Centro di Coordinamento Soccorsi) di Roma. La nave, con a bordo una parte dei migranti, ha lasciato alle 21 di ieri la posizione dove si trovava da circa due giorni (27 miglia a nord di Malta e 35 a sud della Sicilia) e dopo 12 ore di navigazione è giunta all’altezza di Agrigento, seguendo una rotta parallela alle coste meridionali della Sicilia. L’imbarcazione è accompagnata dalla nave Dattilo della Guardia costiera e dalla nave Orione della Marina militare , con a bordo 400 dei 629 migranti.

A handout photo made available by NGO 'SOS Mediterranee' on 12 June 2018 shows some of the 629 migrants boarding rescue vessel 'Aqarius' in the Mediterranean. The rescue vessel 'Aquarius', carrying a total of 629 migrants who were rescued off the Libyan coast, was denied access to ports in Italy and Malta in a diplomatic row between the two countries. Spain and France authorized on 11 June 2018 the landing of the ship at Valencia's port to avoid a humanitarian catastrophe. ANSA/KENNY KARPOV / HANDOUT MANDATORY CREDIT HANDOUT EDITORIAL USE ONLY/NO SALES HANDOUT EDITORIAL USE ONLY/NO SALES

L’arrivo in porto a Valencia è previsto tra sabato e domenica, a seconda delle condizioni meteo. Il ministro della difesa Margarita Robles ha offerto il sostegno della Marina spagnola in caso di necessità e il vicepremier Carmen Calvo coordinerà le operazioni. Nel frattempo numerose comunità autonome  e centinaia di comuni hanno dichiarato la loro disponibilità ad accogliere i migranti.  Una volta avvenuto lo sbarco la Croce rossa si occuperà della prima accoglienza, garantendo assistenza medica e sostentamento. La Generalitat ha assicurato la presenza di traduttori e avvocati per le implicazioni legali connesse allo sbarco in modo da  poter verificare la possibilità di richiedere lo status di rifugiato politico. «È una questione di umanità», ha  motivato il presidente della Generalitat valenciana Ximo Puig,« e siamo onorati di  essere i protagonisti di questa operazione. Lo scorso anno avevamo chiesto al precedente governo di partecipare a una operazione di salvataggio di migranti alle Baleari ma ci fu negato».  Invece si trova ancora  a 20 miglia dalla Libia la nave della Ong Sea Watch intervenuta dopo il naufragio di un gommone. Sono riusciti a salvare 41 persone e a recuperare 12 corpi . È è arrivata a Catania la nave Diciotti della Guardia Costiera con a bordo 932 migranti salvati nel corso di 7 operazioni nelle acque libiche, nell’imbarcazione ci sono anche due cadaveri recuperati durante i soccorsi.

condividi