Grande successo per la Formula E, si correrà a Roma per altri cinque anni

Sam Bird su DS Virgin ha trionfato nel primo Gp elettrico di Roma, seguito da Di Grassi su Audi e Lotterer su Techeetah. Un evento che si è chiuso con un bagno di folla e grandi ascolti tv

Formula E Italy Rome

La Formula E lascia la capitale con un bilancio ampiamente positivo. Non è mancato proprio nulla nel primo week-end romano del campionato FIA dedicato alle monoposto elettriche. A partire dal tempo, che ha risparmiato spettatori e piloti. Un meteo incerto ha fatto temere fino all’ultimo per una gara bagnata; così non è stato e il clima afoso non ha scoraggiato i circa 30.000 spettatori assiepati sulle tribune dell’Eur. Il primo e-prix italiano è stato un successo sia sul piano dell’affluenza, con biglietti esauriti sin da dicembre, che da quello degli ascolti televisivi. Sono stati 1.184.000 gli spettatori che sabato hanno seguito la gara sui canali Mediaset Italia 1 e Italia 2, un numero che è valso l’11% di share. La Formula E ha catturato l’attenzione anche dell’universo social: l’hashtag #formulaeday è stato tra i primi tre trend topici di Twitter per tutta la giornata di sabato.

Un evento che tra sorpassi, ritiri e incidenti non ha lesinato emozioni e colpi di scena: alla fine di una gara molto combattuta il britannico Sam Bird su DS Virgin ha ottenuto la prima posizione precedendo Di Grassi su Audi e Lotterer su Techeetah. Per il britannico si tratta del secondo successo, dopo quello ottenuto nella prima gara della stagione a Hong Kong, che lo proietta al secondo posto in classifica iridata a quota 101 punti, 18 di ritardo dal leader Jean-Eric Vergne, che ha chiuso al quinto posto. Una gara i cui equilibri sono stati rimescolati dall’inatteso ritiro di Felix Rosenqvist, partito in pole e saldamente al comando della corsa prima di danneggiare la sospensione della sua Mahindra su un cordolo. Delusione anche per Luca Filippi, unico italiano del campionato e idolo di casa. Il pilota della NIO ha chiuso la gara in tredicesima posizione dopo essere stato autore di uno sfortunato tamponamento con il compagno di team Turvey.

A confermare le impressioni positive ci pensano a fine giornata gli organizzatori della gara e l’amministrazione capitolina. «E’ andata da Dio, davvero benissimo» ha commentato Alejandro Agag, CEO della Formula E. «Roma ha risposto benissimo a questo evento – ha affermato il sindaco di Roma Virginia Raggi – Le persone imparano divertendosi che un altro mondo è possibile». Ai primi commenti entusiasti ha fatto quindi seguito un importante annuncio: la Capitale ospiterà la Formula E anche nei prossimi 5 anni. Una notizia diffusa dal patron della Formula E nella giornata di domenica, che è stata confermata anche dal sindaco Virginia Raggi: «Lavoreremo a un protocollo di lunga durata – ha dichiarato ai cronisti, aggiungendo: «E’ sbocciato un amore». A chi le chiedeva se le gare si terranno sempre all’Eur ha risposto: «I dettagli dell’accordo ve li sveleremo via via, ma abbiamo questo annuncio bello da fare a tutta la città».

Angelo Berchicci

 

condividi