Studentessa muore investita da un treno alla stazione di Torino. Probabile il suicidio

I video della sorveglianza renderebbero sempre più plausibile la teoria del gesto estremo

L’ipotesi del suicidio dietro alla morte della studentessa investita da un treno a Torino.

Come ogni mattina la ragazza stava prendendo il treno delle 7,03 dalla stazione di Porta Susa per dirigersi alla sua scuola di Vercelli. Insieme a lei anche alcuni compagni di classe. Le prime ricostruzioni suggerivano un tragico incidente, con lo zaino della giovane che si sarebbe impigliato nei dischi respingitori del treno, trascinandola sui binari.

Ma dalle ultime indagini, eseguite grazie all’ausilio delle telecamere di sorveglianza della stazione, questa ipotesi pare sempre meno probabile. Nelle immagini infatti la si vedrebbe fare un salto verso il treno in arrivo. Beatrice, questo il nome della vittima, era spesso oggetto dello scherno dei compagni di classe a causa del suo essere sovrappeso. A confermare l’ipotesi del suicidio sarebbe la scritta “addio” sull’ultima pagina del suo diario.

Nessuno dei compagni di scuola interrogati ha riferito di possibili disagi manifestati dalla ragazza. Nemmeno i genitori erano al corrente dell’esistenza del diario, scoperto subito dopo la tragedia.

 

condividi