Berlusconi visto da Sorrentino, oggi le prime immagini di Loro

Presentato oggi il teaser del nuovo film del regista napoletano dedicato al Cavaliere

È una bella ragazza intenta in un ballo sensuale a scandire le prime immagini di “Loro”, il film di Paolo Sorrentino su Silvio berlusconi, di cui è uscito oggi il taser. Dopo i fasti, coronati dall’Oscar, della “Grande Bellezza”, il regista napoletano torna a raccontare la parabola del potere italiano iniziata con “Il Divo”, incentrato sulla figura di Giulio Andreotti.

Stavolta l’obbiettivo (o piuttosto il bersaglio) è Silvio Berlusconi, ritratto come il sommo artefice della decadenza italiana, dell’inettitudine del potere, del degrado socio-culturale in cui l’Italia sembra essere sprofondata nei decenni della sua ascesa al potere.

Ad interpretarlo l’ormai onnipresente Toni Servillo, attore feticcio di Sorrentino e camaleontico interprete di personaggi dal magnetismo sinistro.

Fin dai primi fotogrammi è possibile immaginare, o quantomeno intuire, quale sia il clima in cui il film si muove. Il bunga-bunga orgiastico illuminato da luci psichedeliche, le bellissime escort dai movimenti sinuosi tipo odalisca indiana, il lusso persiano decadente delle ville e delle piscine.

Di Berlusconi si vede al momento solo la nuca con i mitici capelli lisciati all’indietro e si sente solo la voce. Si intravede di sfuggita Veronica Lario, interpretata da Elena Sofia Ricci, imprigionata in un trampolino elastico con un’espressione afflitta e dimessa.

E c’è anche Dudù a completare il circo ruotante intorno ad un Berlusconi che assomiglia più a re Serse che ad un politico.

Lo stesso Sorrentino ammette ai microfoni della Bbc “Il mondo ha un’idea di Berlusconi come persona molto semplice, ma studiandolo ho capito che è molto più complicato. Mi interessa l’uomo che sta dietro al politico”.

Ancora troppo presto per dare un giudizio sul film che verrà presentato molto probabilmente al prossimo Festival di Cannes. Ignota la data di uscita nelle sale italiane.

Alla notizia di una nuova pellicola su di lui, Berlusconi, in una conferenza stampa durante i giorni del referendum sull’autonomia del Veneto, aveva commentato “Mi sono giunte strane voci, ma spero che non sia una aggressione politica nei miei confronti”.

condividi