Attacco a Gaza, rimasto illeso il premier palestinese

Coinvolto in un attentato il primo ministro palestinese in visita alla Striscia di Gaza

Il convoglio dove viaggiava il premier palestinese Rami Hamdallah è stato bersaglio di un attentato mentre si recava a Gaza.

Un ordigno è esploso ai margini della strada che percorreva il corteo di auto, cui sono seguiti spari diretti al primo ministro e al capo della sicurezza Majed Freij.

Entrambi sono rimasti illesi, mentre a risultare feriti in modo grave sono stati due passanti.

Secondo lo stesso generale Freij la responsabilità dell’attentato sarebbe da ricondurre all’organizzazione terroristica Hamas che attualmente controlla il territorio della Striscia di Gaza.

“Quello che è successo è un atto vergognoso che aumenterà la nostra determinazione nel continuare a servire la Striscia di Gaza. Ritornerò presto.”, così il premier palestinese ha commentato l’attacco di cui è stato vittima secondo quanto riporta l’agenzia palestinese Maan.

Dopo un lungo periodo di assenza Hamdallah si sarebbe recato di nuovo nei territori di Gaza nel tentativo di operare una riconciliazione proprio con i leader di Hamas, da sempre contrari alle iniziative diplomatiche dell’Autorità Nazionale Palestinese e del presidente Abu Mazen.

Repentina è arrivata la condanna dell’attacco da parte di Hamas, che tramite Twitter definisce il gesto “un tentativo per destabilizzare la sicurezza a Gaza e far fallire gli sforzi per una riconciliazione nazionale”.

Il premier Hamdallah ha lasciato la striscia poco dopo l’attentato.

condividi