Olimpiadi invernali: il gelo è solo sulle piste


Mentre il maltempo provoca lo spostamento di diverse gare tra le due Coree si susseguono i segnali di distensione


 

epa06469754 A worker takes a look at just-made Korean Unification flags, which depict a blue silhouette of the Korean Peninsula on a white background, at a sponsoring company of next month's PyeongChang Winter Olympics in Seoul, South Korea, 24 January 2018. South and North Korea have agreed that their athletes will march together under the flag at the opening ceremony of the 09-25 February competition. EPA/YONHAP SOUTH KOREA OUT
Ansa foto

Il ghiaccio si scioglie ma non sulle piste, dove temperature abbondantemente sotto lo zero costringono continuamente le gare al rinvio. Miracoli a cinque cerchi. Il presidente Kim Jong Un ha commentato la visita della sorella Yo Jong a PyongChang, in occasione dei giochi olimpici invernali, dicendosi sorpreso per l’accoglienza che le è stata riservata ed auspicando un avvenire di distensione. Segnali incoraggianti che consentono di guardare al futuro delle due Coree con un pizzico di ottimismo in più. Dal 1953, infatti, nessun membro della famiglia Kim, aveva varcato il trentottesimo parallelo.

“Lo sport ha fatto da ponte ed aperto il dialogo, adesso la palla passa ai politici” ha affermato Thomas Bach, numero uno del Cio e tra i maggiori promotori dei negoziati, atteso a Pyongyang quando la manifestazione si sarà conclusa. La data non è ancora stabilita, ma un colloquio ci sarà: rientrava negli accordi con cui si sancì la partecipazione del Nord alle Olimpiadi.

Atleti separati dalla cortina di ferro ma uniti da una sola bandiera, la cerimonia inaugurale ha regalato una cartolina suggestiva ma è già tempo di guardare oltre, carpe diem avrebbero detto i latini. Il ministro della difesa di Seoul Choi Hyun – soo preme per avviare i colloqui militari.La linea rossa di comunicazione dallo scorso mese è attiva ma urge una precisa regolamentazione ed anche il nucleare rimane partita aperta.

Futuro ma non troppo, perché domani verranno sciolte le riserve sul finanziamento dei costi affrontati dalla delegazione nordcoreana da parte del Sud. 2,7 milioni di dollari che in termini di equilibri internazionali potrebbero avere un valore molto più elevato.

Di Giovanni Sofia