Amatrice, nuovo sisma di magnitudo 3.6 nella notte

Registrata una nuova scossa sismica alle 4:48 del mattino: nessun danno a persone o cose. Scoperta anche una nuova faglia sotto l’Appennino

Trema ancora la terra nel centro Italia. Registrata una scossa di magnitudo 3.6 alle 4:48 ad Amatrice, in provincia di Rieti. Secondo l’Ingv (Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia) il terremoto ha avuto epicentro a 2 km a nordest di Amatrice e 8 km da Accumuli, due dei comuni maggiormente danneggiati dal sisma del 24 agosto 2016. Fortunatamente non è stato segnalato alcun danno a cose o persone.

La scossa arriva proprio all’indomani della notizia della scoperta di una pericolosa faglia magmatica sotto l’Appennino meridionale. La rivista Science Advances, infatti, ha pubblicato i risultati di una ricerca condotta dall’Ingv e dal dipartimento di fisica e geologia dell’Università di Perugia, che ha rivelato l’esistenza di una sorgente di magma nell’area del Sannio-Matese. Analizzando una sequenza sismica anomala, avvenuta in quella zona a cavallo fra il 2013 e il 2014, gli scienziati hanno scoperto che la causa di quei terremoti è riconducibile a una risalita di magma nella crosta tra i 15 e 25 km di profondità.

condividi