Napoli, formiche nel letto d’ospedale. Codacons: «Vergogna!»


L’immagine è stata diffusa da Francesco Emilio Borrelli, consigliere dei Verdi della Campania. Avviata anche indagine interna. Beatrice Lorenzin ha inviato task force e Nas


downloadUn nuovo caso di malasanità. Questa volta a Napoli. Coinvolta una donna ricoverata all’ospedale San Paolo. La paziente si è trovata in un letto infestato dalle formiche. La sua immagine è stata diffusa da Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale dei Verdi della Campania che ha affermato: «Si tratta di un gravissimo caso di degrado. Un livello di sciatteria e mancanza di igiene che non possiamo accettare da parte del personale medico». Il fatto non sembra nuovo. «Sono anni – sottolinea Borrelli – che denunciamo la presenza di insetti, compresi gli scarafaggi, all’interno dell’ospedale e le rassicurazioni che ci hanno fornito fino ad oggi si sono rivelate inattendibili. Per questo chiediamo la rimozione immediata di tutti i responsabili e i membri del reparto che hanno permesso una simile vicenda. Il direttore sanitario inoltre dovrà dare serie spiegazioni anche in Commissione sanità dove lo farò convocare per un’audizione e sulla cui azione amministrativa ho deciso di chiedere una inchiesta interna».

La signora era in cura per uno choc settico post frattura e sotto antibiotici. Al momento della “invasione” di formiche era sola. Dopo l’accaduto il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, ha disposto l’invio della task force ministeriale e dei carabinieri del Nas.

Subito sono arrivate le scuse da Vito Rago, il  Direttore sanitario dell’ospedale: «Sono mortificato. Il fatto è vero. Le formiche sono sul letto, non sul corpo della paziente, ma di sicuro questa è una situazione che non doveva assolutamente accadere. Abbiamo preso immediati provvedimenti». E ha aggiunto: «Ricopro questo incarico da appena 20 giorni ma non voglio giustificarmi certo per questo. Ho chiamato il servizio bonifica che interverrà nell’intero reparto. Ho provveduto inoltre ad appaltare ad una ditta specializzata l’incarico per una bonifica definitiva».

Anche il Codacons ha parlato di «vergogna inaudita che regala a Napoli il titolo di capitale della malasanità dopo il caso dei furbetti del cartellino del Loreto Mare e quello del Cardarelli con i pazienti stipati nei corridoi», ha affermato il presidente Carlo Rienzi. E ha aggiunto che «è disumano e contro qualsiasi basilare regola igienico-sanitaria che il letto di un paziente sia infestato di formiche, un episodio che dovrà portare ad inevitabili conseguenze per tutti i responsabili».