Champions: Spagna, se la “remuntada” è nel dna


Il tormentone della rimonta lanciato dallo stesso Barcellona nel 2010: ultima vittima il Psg, dopo il Chelsea di Vialli e il Milan di Ancelotti. E alla vigilia Luis Enrique lo aveva detto


gazza rimonta
L’annuncio di Luis Enrique alla vigilia

Questa storia della “remuntada” l’hanno tirata fuori loro. E visti i precedenti, resta una questione spagnola: il 6-1 del Barcellona al Psg porta i blaugrana ai quarti e gli regala il primato di più grande rimonta nella storia della Champions League, strappandolo al Deportivo La Coruña. Se lo ricordano bene i tifosi del Milan, stagione 2003-04 e addio semifinale dopo che il 4-1 maturato a San Siro venne sgretolato al ritorno con un 4-0 per i galiziani al Riazor. Il Barcellona non è certo nuovo ai ribaltoni europei. Lo stesso Milan agli ottavi 2012-2013 vinse 2-0 all’andata e fu travolto 4-0 al ritorno, con una doppietta di Messi che in 39’ annullò tutto il margine guadagnato all’andata. Nella stagione ’99-’00 i catalani, sempre loro, subirono un 3-1 all’andata dal Chelsea allenato da Vialli per poi guadagnarsi la semifinale al Camp Nou: Dani Garcia a 7’ dalla fine segnò il gol che valse i supplementari, prima che Rivaldo e Kluivert completassero l’opera.

La remuntada lanciata nel 2010
La remuntada lanciata nel 2010

Probabilmente non è nemmeno un caso che il tormentone della rimonta lo abbiano lanciato loro, nel 2010, alla vigilia della sfida con l’Inter. Dopo il 3-1 allo Xerez in campionato, sfoggiarono delle maglie con la scritta “remuntada” per accendere i propri tifosi e lanciarono un video internet che caricava l’attesa in vista della semifinale di ritorno con l’Inter, dopo il 3-1 rimediato a Milano. In quell’occasione, l’operazione fallì, fu solo 1-0 e l’Inter di Mourinho volò a San Siro per il triplete. Come ieri sera, ne fece sei e dilagò anche il Bayern Monaco ai quarti di due stagioni fa, ribaltando con un 6-1 la sconfitta di Oporto all’andata (3-1). Andando più indietro nel tempo, si torna all’epoca in cui la finale di Coppa Uefa si giocava con match di andata e ritorno: stagione ’87-’88, l’Espanyol contro il Bayer Leverkusen vinse 3 a 0 in Spagna e al ritorno in Germania già pregustava il successo del trofeo con uno 0-0 a mezz’ora dalla fine. Ma accadde l’imponderabile, i tedeschi trovarono 3 reti e trascinarono la sfida fino ai rigori, vincendo la coppa.

United-Bayern al Camp Nou del 1999
United-Bayern al Camp Nou del 1999

In gara secca resterà negli almanacchi la notte da incubo del Milan a Istanbul contro il Liverpool, in finale di Champions 2004-2005: 3-0 già all’intervallo e incredibile rimonta dei Reds in 7’ prima di completare il successo ai rigori. «Faremo 6 gol» aveva detto Luis Enrique alla vigilia della sfida di ieri sera. Detto, fatto. Estasi al gol al 95’ di Sergi Roberto, sull’ultima palla utile del match. In Champions League non si era mai vista una rimonta del genere, ma il Camp Nou qualcosa di simile lo aveva già vissuto: maggio 1999, finale Manchester United-Bayern Monaco con gli inglesi che vinsero il trofeo rimontando tra il 90’ e il 91’. Stessa porta e stesso stadio del Barcellona. Forse è solo un caso. O forse no.