Berlusconi: «Sono preoccupato». Domattina l’intervento


Operazione al cuore, quattro ore per sostituire la valvola aortica. Tante le indiscrezioni su una possibile successione che coinvolgerebbe politica, sport e finanza


Dalla notte tra sabato 4 e domenica 5, l’ex cavaliere Silvio Berlusconi tiene con il fiato sospeso tre mondi: la politica, lo sport e la finanza. Per domani mattina è atteso l’intervento al cuore che potrebbe cambiare la storia di tante eredità.

Alberto Zangrillo, medico personale di Silvio berlusconi
Alberto Zangrillo, medico personale di Silvio Berlusconi

Zangrillo, medico personale del leader di Forza italia, ha dichiarato che «l’operazione ha un tasso di mort alità al di sotto del 2%, ma i tempi di recupero saranno ampli». L’intervento a cuore aperto su un uomo di 79 anni desta molti dubbi e preoccupazioni.

A tanti, però, piace stringersi in un cordoglio prematuro. Sono il braccio destro e il deus ex machina di Berlusconi: Gianni Letta e Niccolò Ghedini che non abbandonano il reparto e, insieme ai figli, restano compatti e si cingono di riservatezza.

Nella riservatezza, intanto, molte sono le forze che si muovono nel tentativo di immaginare (o sperare) un post-Berlusconi. In politica, tra smentite e insinuazioni, pare si cerchi un degno successore. Ci si divide tra chi parla di Mara Carfagna, Maria Stella Gelmini o, addirittura, Stefano Parisi. Queste voci hanno fatto infuriare Laura Ravetto, onorevole di Forza Italia, che ha preferito non pronunciarsi in merito a queste «squallide maldicenze». In modo del tutto inaspettato, Giovanni Toti, presidente della Liguria e consigliere politico di Fi, si è aggiunto ai cori di indignazione nei confronti di chi parla di successione e ha sottolineato che Forza Italia gode di ottima salute, come il suo leader. Non c’è dubbio, invece, su cosa stia accadendo nel mondo del calcio. Sal Galatioto, l’uomo di fiducia dei consorzio cinese che vuole acquistare il 70% del Milan, è già arrivato a Milano per incontrare Fininvest e provare a stendere una bozza di contratto da sottoporre al presidente Silvio Berlusconi, in previsione del miglioramento delle sue condizioni di salute.

Micaela Biancofiore, intanto, esorta il presidente della Repubblica Sergio Mattarella a nominare Berlusconi senatore a vita, nella speranza che questa nuova investitura incentivi il cuore dell’ex cavaliere a non fermarsi sotto i ferri che domani sostituiranno la sua valvola ortica.

Questo pomeriggio, l’ex premier non si ferma e su Facebook scrive: «Preoccupato, ma che bella un’Italia da cui arriva tanto affetto».

Tra giochi di eredità, successioni e appelli, la certezza rimane una: domani 13 giugno 2016, l’ex premier Silvio Berlusconi, politico e imprenditore verrà operato al cuore. Ottavio Alfieri, primario del reparto di cardiochirurgia dell’ospedale San Raffaele di Milano, sostituirà la valvola aortica di Berlusconi con una animale.