Ecco chi può vincere gli Europei di calcio


Parla Stefano Capozucca, direttore sportivo del Cagliari: «Favorite Germania e Spagna, il Belgio la sorpresa. Poi Italia e Francia. Occhio a Lewandowski, io l’avevo portato al Genoa»


euro2016

Il Cagliari che ha costruito è primo in serie B ed è uno schiacciasassi alla stregua della Juventus che nella stagione 2006/07 transitò per la serie cadetta, dominando il campionato. C’è dell’altro: quest’estate è stato l’unico tra gli addetti ai lavori a credere che Claudio Ranieri non fosse bollito. Lui lo voleva a Cagliari e l’allenatore c’ha pensato, ma alla fine ha scelto il Leicester.
Lui è Stefano Capozucca, direttore sportivo del Cagliari e di calcio se ne intende. A poco più di due mesi all’inizio dei campionati europei di calcio, si può chiedere a lui come andranno le cose a Euro2016. Ha le idee chiare su chi parte favorito: «lo abbiamo visto ieri sera», alludendo in modo non troppo velato al 4-1 rimediato dall’Italia in terra tedesca.
«Siamo ritornati alla realtà dopo la partita di ieri. La gara di Udine contro la Spagna aveva trasmesso ottimismo, ma alla fine si è visto il divario importante che c’è tra noi e la Germania», continua Capozucca.
Lo ha detto anche Antonio Conte, parlando di «gap da colmare» e mostrando la ricerca di confidenza con i termini anglofoni. A luglio diventerà manager del Chelsea, ma a maggio gli spetterà l’arduo compito di scegliere i 23 che faranno parte della spedizione francese. «Bisognerà vedere come si arriva a fine campionato. In Germania con il campionato già archiviato, i giocatori possono rifiatare un po’ di più. In Italia il testa a testa Juventus-Napoli potrebbe spremere ulteriormente i nostri calciatori. Penso comunque che l’Italia potrà giocarsela», commenta Capozucca.
Per i tedeschi sarebbe la quarta vittoria della competizione. Già due volte i campioni del mondo in carica (Francia nel 2000 e Spagna nel 2012) sono riusciti a vincere anche l’Europeo.
Il direttore sportivo del Cagliari inserisce anche la nazionale allenata da Del Bosque tra le pretendenti al titolo. I campioni uscenti, sono alle prese con il ricambio generazionale dopo il fallimento del mondiale di due anni fa. L’uscita di scena di Xavi e Xabi Alonso dovrà essere compensata dal talento di Thiago Alcantara e Sergi Roberto, nella speranza che Aduriz continui a segnare a raffica e Diego Costa torni quello dell’Atletico Madrid: «Stanno facendo una politica giusta, non si può sempre continuare con gli stessi. Basti pensare a Morata che si sta dimostrando giocatore di livello internazionale».capozucca

La sorpresa? «Il Belgio. Ha 15-16 giocatori di primissimo livello. Potrebbe dare fastidio a Germania e Spagna». Capozucca non crede troppo nella Francia padrona di casa: «La metto allo stesso livello della nostra Nazionale».
Una Nazionale sulla quale Capozucca scommetterebbe per il futuro. «Abbiamo giovani importanti: penso a Bernardeschi, che ha avuto un ottimo approccio con la maglia azzurra, a Perin che è un ottimo portiere per il dopo Buffon». Anche in difesa i prospetti non mancano: «Mi piace moltissimo Romagnoli del Milan, così come Rugani».
Tra i protagonisti dell’Europeo ci sarà sicuramente Robert Lewandowski, centravanti del Bayern Monaco e della nazionale polacca e autore di 36 gol nella stagione in corso. Capozucca lo aveva praticamente portato al Genoa nel 2009, quando ancora militava nel Lech Poznan.
Sì, di calcio se ne intende.