Padoan: «Combattiamo l’Isis sui mercati finanziari»


Intervento alla Luiss del ministro dell’Economia: «Dal petrolio arrivano ai terroristi 100 milioni di dollari l’anno»


Padoan: stentiamo a uscire dalla crisi, riforme in frettaUna svolta nella lotta al riciclaggio internazionale di denaro impressa dalla minaccia terroristica. Intervenendo alla Luiss ad un convegno sul contrasto al riciclaggio, il ministro dell’Economia Piercarlo Padoan ha parlato della guerra all’Isis, che si combatte anche sui mercati finanziari. «La complessità della minaccia richiede un rinnovato sforzo di cooperazione tra stati e istituzioni internazionali» ha detto Padoan, ricordando che l’Italia co-presiede il Counter-ISIL Finance Group, organismo creato dalla coalizione anti-Califfato a guida americana allo scopo di bloccare le fonti di sostentamento dei terroristi. I paesi del G7 hanno recentemente concordato di intensificare i meccanismi di scambio d’informazioni, rafforzando le procedure di congelamento dei capitali sospetti e il ricorso a valute virtuali. Misure simili dovrebbero essere adottate anche dalla Commissione europea, che interverrà sulle carte prepagate e sulle piattaforme di scambio di valuta virtuale, che non potranno più essere anonime.

Tra le fonti di finanziamento principali del terrorismo, il ministro ha ricordato «il petrolio e il traffico illegale di beni culturali. Il solo petrolio produce entrate per oltre cento milioni di dollari l’anno». Il commercio di antichità saccheggiate dai territori occupati richiede «la complicità di acquirenti occidentali». L’Europa sta pensando di assistere direttamente paesi terzi in Medioriente e Nord Africa, per bloccare alla radice il contrabbando di beni storici. In Italia a rimpinguare le casse del califfo sono prevalentemente «fondi di origine lecita o illecita, alimentati dai proventi di crimini minori. Ma l’intensità del rischio di finanziamento al terrorismo non può essere misurata dal solo ammontare dei capitali». La proliferazione di una rete internazionale di finanziamento al terrorismo sta inquinando dall’interno i mercati occidentali, ponendo una minaccia al sistema.