Migranti, 400 morti. Salvini: “Stop sbarchi o occuperemo”


Il leghista risponde così alla circolare del Viminale che impone alle Regioni di trovare 6.500 posti per nuovi profughi. E la Guardia Costiera smentisce: “Niente spari su nave italiana”


EuropeAfricaMigrantsJPEG-01f6a_1427898318-kJ0-U1040286984226566F-700x394@LaStampa.it_Morti in 400. Tra le vittime anche molti giovani, in parte minori. Sarebbe questo il drammatico bilancio del naufragio di migranti. Almeno secondo le testimonianze che Save the children ha raccolto tra i 150 superstiti, sbarcati a Reggio Calabria.

Ma Matteo Salvini si oppone alla richiesta del governo di creare altre strutture ricettive per i migranti: “Come Lega siamo pronti a occupare ogni albergo, ostello, scuola o caserma destinati ai presunti profughi”.

Tra l’11 e il 13 aprile sono arrivati più di 5.100 migranti in 18 sbarchi a Lampedusa, in Sicilia, Calabria e Puglia. Tra loro ci sarebbero circa 450 bambini, 317 dei quali non accompagnati.

LE TESTIMONIANZE DEI MIGRANTI – “Poco fuori Tripoli abbiamo vissuto per 4 mesi in una fabbrica di sardine. Eravamo più di mille. Mangiavamo una sola volta al giorno, se qualcuno parlava veniva picchiato, ti facevano chiamare casa dicendo che stavi per morire e ti picchiavano così i familiari sentivano le tue urla”, ha raccontato Bherane, 17 anni, agli operatori di Save the Children. Altri testimoni hanno riferito di un ragazzo morto e gettato in acqua agli squali: “Era nigeriano. E i nigeriani avrebbero voluto tenerlo con loro  e portare il cadavere in Italia, ma poi lo hanno buttato in mare perché c’era poco spazio”.

NESSUNO SPARO CONTRO LA GUARDIA COSTIERA – La Guarda Costiera intanto, ha smentito la notizia secondo cui una motovedetta libica avrebbe sparato contro una sua nave:

“Non è successo niente di simile in questi giorni. Un fatto del genere si è verificato solo una volta in passato e i colpi sono stati sparati in aria”

VIDEO. Sbarchi a Porto Empedocle. (Dal Corriere della Sera)

6.500 MIGRANTI IN ARRIVO – Il Viminale ha emanato una circolare in cui intima alle prefetture delle varie Regioni di trovare posti per altri 6.500 profughi.  Piemonte, Lombardia, Veneto, Toscana, Emilia Romagna e Campania dovranno accogliere 700 immigrati ciascuna. La Puglia 300, il Lazio e le Marche 250. Il Friuli Venezia Giulia, la Liguria, la Sardegna e la Calabria 200. Le altre a scendere fino a 50 immigrati.

Alcune Regioni però, non ci stanno. Luca Zaia, candidato alle prossime regionali in Veneto, è deciso: “Basta a un’operazione di sostanziale fiancheggiamento dei trafficanti di uomini e delle loro reti criminali; basta ai morti gettati in pasto ai pesci; basta all’ipocrisia di un’Europa solidale solo a parole ma granitica nel negare la disponibilità a farsi carico per quota parte dei migranti”.

Poi aggiunge: «Basta ai pasticci del governo italiano, incapace di prevedere prima e di affrontare ora l’emergenza che ha contribuito a creare. Leggo che il Veneto dovrebbe mettere a disposizione altri 700 posti e che il Viminale non esclude soluzioni drastiche e rispondo che i posti a disposizione sono zero».

Mappa. Distribuzione dei migranti in arrivo nelle varie Regioni. CLICCA QUI O SULLA FOTO PER NAVIGARE LA MAPPA.

Schermata 2015-04-15 alle 11.25.57

E anche Matteo Salvini sottolinea la sua contrarietà alla decisione del Ministero dell’Interno: “Alfano e Renzi cercano altri 6500 posti letto per gli immigrati. Chiedo ai governatori, ai sindaci, agli assessori e ai consiglieri della Lega di dire no, con ogni mezzo, a ogni nuovo arrivo. Come Lega siamo pronti a occupare ogni albergo, ostello, scuola o caserma destinati ai presunti profughi”.

 

Alfano e Renzi cercano altri 6.500 posti letto per IMMIGRATI.Chiedo ai governatori, ai sindaci, agli assessori e ai…

Posted by Matteo Salvini on Martedì 14 aprile 2015