La Grecia rimborsa il prestito di 450 milioni al Fmi


Rispettata la scadenza prevista per oggi, come aveva annunciato il governo greco nei giorni scorsi. Intanto prosegue il viaggio del premier Tsipras in Russia


grecia fmi“Il pagamento è stato registrato e sarà effettuato in giornata”. Con queste parole, come se si trattasse di una normale disposizione bancaria, è stato annunciato dal governo greco il rimborso al Fondo monetario internazionale del prestito di 450 milioni di euro in scadenza. Era stato già detto che il pagamento, previsto per oggi, sarebbe stato effettuato, e così sembra che sia avvenuto.

Le altre scadenze. Intanto Atene continua a negoziare con Bruxelles l’approvazione di un pacchetto di riforme che dovrà sbloccare i nuovi aiuti internazionali. Ma la Grecia deve anche pagare 194 milioni di euro agli obbligazionisti privati il 17 aprile, pagamento che sarà seguito da altri 80 milioni alla Bce il 20 aprile.

Tutto questo accade mentre Alexis Tsipras si trova da ieri in Russia. Il primo ministro greco è volato a Mosca per incontrare Vladimir Putin e parlare di un possibile investimento del Cremlino nel settore dell’energia e di altri progetti. Esclusi, almeno per il momento, gli ipotetici aiuti finanziari di cui circolavano voci non ufficiali e non confermate. Anzi il ministro delle Finanze greco, Yanis Varoufakis, aveva nei giorni scorsi smentito categoricamente che la Grecia vrebbe chiesto aiuto alla Russia.

L’incontro tra il leader greco e russo ha tuttavia provocato qualche irritazione all’interno dell’Unione Europea. Proprio in questi giorni prosegue infatti il braccio di ferro tra Atene e Bruxelles per trovare un compromesso tra il rigore ribadito dall’Ue e lo spazio di manovra che richiede la Grecia per attuare le riforme richieste. A fare salire la tensione è stata tra l’altro la richiesta fatta alla Germania di risarcire 278 miliardi di euro per i danni di guerra.