Stati Uniti: poliziotto uccide afroamericano disarmato


L’ultimo di una serie di episodi che hanno infiammato l’opinione pubblica americana, che accusa la polizia di razzismo. Il poliziotto coinvolto è stato licenziato


Walter Scott è disarmato e di spalle quando viene colpito da 5 colpi di pistola. Muore poco dopo. È successo sabato 4 aprile a North Charleston, nel South Carolina (Stati Uniti): il poliziotto bianco Michael T. Slager, 33 anni, ha sparato all’afroamericano Walter L. Scott, 50 anni. L’agente, che oggi è stato licenziato, è stato accusato di omicidio dopo che il New York Times ha pubblicato questo video, che mostra il violento episodio:

La vicenda
Sembra che la vittima, che aveva precedenti penali, sia stata fermata per un fanale della macchina rotto. Il poliziotto ha dichiarato di aver sparato perché durante la perquisizione Walter Scott gli aveva rubato la pistola taser (elettrica) e temeva per la sua incolumità. Ma il filmato dell’accaduto, girato da un passante con il telefono e consegnato al New York Times dall’avvocato della famiglia Scott, mette in dubbio le sue parole: quando l’agente apre il fuoco la vittima sta scappando, è lontana, di schiena e non sembra avere in mano la pistola. Poi, quando Walter Scott è a terra, si vede il poliziotto avvicinarsi e gettare qualcosa vicino al suo corpo.

I precedenti
La FBI e il Dipartimento per la Giustizia degli Stati Uniti hanno avviato due indagini separate sull’accaduto, l’ultimo di una lunga serie che ha riacceso il dibattito sui comportamenti della polizia e il razzismo nella società americana.marcia-razzismo-washington-300x225 Il caso, infatti, ricorda quelli di New York, Cleveland, Ferguson e altri episodi di violenza della polizia nei confronti di afroamericani.

Le reazioni
“Se hai sbagliato, hai sbagliato” ha dichiarato Keith Summey, sindaco di North Charleston. Poi ha aggiunto: “Se prendi una cattiva decisione, non importa se sei un agente o un semplice cittadino, devi affrontarne le conseguenze”. La città ha 100mila abitanti, per metà afroamericani (secondo un censimento del 2010). Nonostante questo, solo il 18% degli agenti di polizia non è di carnagione bianca.
Sui social network, intanto, la polemica va avanti.

Dopo una task force, la Casa Bianca ha consigliato un cambiamento repentino nei comportamenti della polizia nazionale. Il Presidente Barack Obama ha inviato il Procuratore Generale Eric Holder Jr. in diverse città per cercare di migliorare le relazioni tra polizia e periferie.