Aereo Germanwings, guasto il giorno prima della tragedia


Lunedì 23 marzo l’airbus 320 era rimasto tutto il giorno in modalità “aircraft on ground”, fermo a terra allo scalo di Düsseldorf per un problema alla “nose landing door”


germanwings_aereo41L’Airbus 320 della Germanwings precipitato ieri sulle Alpi francesi, ha avuto un guasto tecnico il giorno prima dello schianto. Lunedì 23 marzo l’aereo era rimasto tutto il giorno in modalità “aircraft on ground”, fermo a terra allo scalo di Düsseldorf. Lo ha ammesso la Lufthansa, la compagnia che controlla la low cost Germanwings, al giornale tedesco Spiegel on line. Il velivolo riportava problemi alla “nose landing door”, il portello anteriore del carrello d’atterraggio. Un problema completamente risolto”- ha spiegato un portavoce della Lufthansa- al punto che l’aereo era “pronto dalle 10 di ieri mattina per riprendere di nuovo il suo servizio regolare”. Le 150 vittime però sembrano dimostrare il contrario.

“Il nose landing door” è uno sportello ribaltabile della fusoliera, che viene aperto e chiuso quando il carrello viene estratto o ritirato. L’eventuale apertura in volo di un portello di carrelli, soprattutto se avviene a quella altezza e velocità a cui stava volando l’airbus, può avere devastanti conseguenze. I portelli rischiano di essere completamente strappati dalle loro sedi ed è possibile che possano colpire la fusoliera, provocando uno squarcio con immediata decompressione interna. Una situazione drammatica che però se affrontata correttamente dall’equipaggio, consente la discesa rapida dell’aereo e l’atterraggio di emergenza nel primo aeroporto disponibile sulla rotta.

La dinamica è simile all’incidente dell’Airbus A321della Lufthansa in volo da Bilbao a Monaco di Baviera che lo scorso novembre, ha perso quota in fase di decollo per un problema provocato dal ghiaccio accumulatosi sui sensori che hanno, così, passato informazioni errate al sistema dell’aereo. Dopo aver spento il computer di bordo, il comandante però era riuscito a riprendere il controllo dell’aereo. E a evitare la tragedia. Abilità del pilota a parte, l’incidente del Germanwings fa pensare anche a un problema di manutenzione. Un caso simile è l’incidente di un aereo che nel 1996 in Perù precipitò per un’avaria causata da una dimenticanza proprio durante i controlli. 70 persone persero la vita.

La tragedia di Germanwings purtroppo, rimane per ora la più disastrosa sul territorio francese dal 1981, quando un aereo iugoslavo precipitò in Corsica, causando 180 morti. Seconda solo al peggiore schianto avvenuto in Francia: l’aereo della Turkish Airlines DC-10 precipitò vicino Parigi. Era il 1974 e 335 persone persero la vita.