Giubileo straordinario, l’ultima volta fu nel 1983


Quello indetto da Papa Francesco sarà il sessantacinquesimo Giubileo straordinario della Storia della Chiesa. Bergoglio sarà il primo pontefice del XXI secolo ad aprire la porta Santa


Udienza generale di Papa FrancescoÈ stato Giovanni Paolo II nel 1983 l’ultimo pontefice a indire un Anno Giubilare straordinario. In quel caso, la decisione venne presa per celebrare il 1950° anniversario della Redenzione di Cristo sulla croce (33 d.C.) e per proseguire la linea inaugurata da papa Pio XI che, nel 1933, celebrò un Giubileo straordinario per il diciannovesimo centenario della Redenzione.

La consuetudine di indire giubilei straordinari risale al XVI secolo: si tratta di eventi legati ad avvenimenti di particolare importanza e possono avere una durata che varia da pochi giorni a un anno intero. Il Giubileo indetto da Papa Francesco sarebbe il sessantacinquesimo anno santo straordinario della storia della Chiesa.

Si tratta di eventi con vari significati e presupposti. Ci sono stati Giubilei straordinari per favorire la pace tra cristiani; per necessità particolari delle gerarchie ecclesiastiche; per speciali circostanze storiche come il buon esito di un Concilio, la lotta contro i turchi, il 50° della definizione del dogma dell’Immacolata Concezione. 

Nel 1983, Giovanni Paolo II aprì la porta Santa il 25 marzo. Papa Francesco sarà il primo pontefice del XXI secolo a compiere lo stesso gesto (la porta Santa del Giubileo 2000 fu aperta il 24 dicembre del 1999).