Bin Laden, diffuse foto del suo rifugio tra i monti afghani


Mentre le intelligence di mezzo mondo lo cercavano, lui si nascondeva in una casa di fango e pietre a Tora Bora. Le foto esclusive della Cnn


7Il covo segretissimo dell’uomo più ricercato della storia è ormai sui monitor dei computer di mezzo mondo. Sono state diffuse dalla Cnn infatti le immagini del nascondiglio di Osama Bin Laden che per anni era riuscito a sottrarsi alle intelligence di tutto il mondo.

Le foto del rifugio di fango e pietre a Tora Bora, nel cuore delle montagne dell’Afghanistan, sono state diffuse un mese fa durante il processo al saudita Khaled al-Fawwazluogotenente del leader di Al Qaeda, accusato di essere il responsabile degli attentati contro le ambasciate americane in Kenya e Tanzania nell’agosto del 1998. Stufe a legna, lanterne a gas e tanti kalashnikov: lo stile di vita ‘medievale‘ del saudita fondatore di al-Qaida viene ritratto da quelle foto, scattate anni prima dell’attentato che lo rese uno degli uomini più noti del mondo.

Per 10 anni la ricerca di quel rifugio (e probabilmente di tanti altri disseminati negli impervi territori afghani) ha ‘ossessionato’ l’Fbi, che oltre ad aver inserito Bin Laden nella lista dei terroristi ‘most wanted’, aveva posto sulla sua testa una taglia di 25 milioni di dollari. Fino al maggio 2011, quando il saudita fu ucciso in uno scontro a fuoco in Pakistan ad Abbottabad in un’operazione segreta condotta dai corpi speciali del Devgru e da agenti Cia
Le foto scattate dal giornalista palestinese Abdel Barri Atwanome:

 

ambasciate americane in Kenya e Tanzania nell’agosto del 1998

foto scattate dal giornalista palestinese Abdel Barri Atwan