Storyboard, la settima puntata


Tv Magazine di Reporter Nuovo. Conducono Giulia Lea Giorgi e Paolo Martone


  • image_miniEXPO 2015… E POI? – a cura di Antonino Marsala

Centottanquattro giorni, oltre 130 paesi partecipanti, un unico tema: nutrire il pianeta. L’Expo 2015 andrà in scena a Milano da maggio fino a ottobre. Cibo, alimentazione, sostenibilità, scienza e agricoltura saranno i protagonisti dell’evento. Mancano meno di due mesi all’inizio dell’Esposizione universale, ma già si pensa al dopo. Cosa ne sarà di tutti quei terreni su cui stanno sorgendo i padiglioni dei vari paesi?

  • immigratiIMMIGRATI. IL “TESORETTO” NASCOSTO – a cura di Marco Luigi Cimminella

Un costo per il Paese o una risorsa economica? Tra prelievi fiscali e contributi previdenziali versati dagli stranieri, l’Italia incassa  circa 16,5 miliardi. Al netto delle spese pubbliche destinate agli immigrati regolari e irregolari, il saldo per lo Stato è di quasi 4 miliardi. Sono quasi 500mila, tra imprese e partite iva, le persone nate all’estero che contribuiscono allo sviluppo dell’economia nazionale. Siamo andati a conoscere alcuni di loro.

  • PM-Netanyahu-150x100ISRAELE AL VOTO – a cura di Paolo Martone

Israele al voto: il 17 marzo si terranno le elezioni legislative per il rinnovo della Knesset, il parlamento dello Stato ebraico. La sfida è tra il centrodestra guidato dal premier uscente Netanyahu e il cartello di centrosinistra della coppia Herzog-Livni. Partito in svantaggio, Netanyahu adesso è in recupero e gli ultimi sondaggi prevedono un testa a testa dagli esiti imprevedibili. Saranno determinanti le alleanze post-voto con i partiti più piccoli. Possibile sorpresa il partito degli arabi israeliani.

  • phpThumb_generated_thumbnailjpgJAMAL TASLAQ. LA MODA UNISCE I POPOLI – a cura di Erica Manniello e Alice Passamonti

Lo scorso novembre lo stilista italo-palestinese Jamal Taslaq ha presentato la sua collezione all’Onu. Un’occasione per portare l’attenzione sul popolo palestinese e sulle difficoltà quotidiane che vive. In un incontro nel suo atelier ci ha raccontato dell’amore per la moda, del suo stile a metà tra Oriente e Occidente, delle condizioni nella sua città natale, Nablus, e di un piccola grande sogno.

  • stadio-olimpico-150x100CALCIO ITALIANO. IN CHE STADIO SIAMO ? – a cura di Claudio Giambene e Giulia Lea Giorgi

Stadi vecchi, scomodi e poco frequentati. Il calcio italiano soffre in campo sportivo ma soprattutto in quello economico. E la colpa è anche di strutture inadeguate allo sport del nuovo millennio. La politica ha approvato una legge per snellire la burocrazia e far sì che le società siano facilitate nella costruzione di nuove infrastrutture. Ma i soldi continuano a mancare. Ne abbiamo parlato con il giornalista Gianfranco Teotino e il deputato del Pd Filippo Fossati.

  • med_panini_figurineCE L’HO, MI MANCA. FIGURINE NEL PALLONE – a cura di Emanuele Gentile

Piccoli e grandi collezionisti di figurine riuniti a Roma. Un’occasione per scambiarsi doppioni e comprare pezzi rari.

 

  • cinquantasfumaturedigrigio_0250 SFUMATURE DI GRIGIO. IL FILM, LA REALTÀ – a cura di Giulia Lea Giorgi

Il primo film della trilogia di Cinquanta sfumature ha incassato oltre mezzo miliardo di dollari nei cinema di tutto il mondo. Il libro ha venduto oltre cento milioni di copie. E trasformato la sua autrice – E.L. James – in una milionaria. Ma ha fatto molto di più. Ha sdoganato il mondo del bdsm. La dominatrice Miss Iside ha spiegato a Giulia Lea Giorgi cosa c’è di vero nel fenomeno del momento. Il sessuologo Marco Rossi ci ha dato qualche delucidazione in più. E Tiziano Rizzuti, organizzatore delle serate del Ritual, ci ha detto dove passare una serata a tema bdsm.

  • cenerentolaCENERENTOLA MANIA – a cura di Antonia Murgo

Dopo 65 anni di “perdi la scarpetta”, “prova la scarpetta”, “ecco l’altra scarpetta” anche la fiaba dell’eterna sognatrice sembrava cristallizzata. Invece Cenerentola torna al cinema, più attuale che mai, con il live action diretto da Kenneth Branagh, interpretato da Lily James, Richard Madden, Cate Blanchett e Helena Bonham Carter. Ci è voluto poco per svecchiare il film d’animazione del 1950, è bastato dare un movente ai personaggi, o un alibi se vogliamo. Dov’era la fata madrina prima della sera del ballo? Che tipo è questo principe di cui conosciamo solo il colore degli occhi? E perché la matrigna è così piena di rancore? Presto tutte le domande troveranno risposta intanto Clio Make up, di ritorno dall’anteprima milanese del film, ci ha dato qualche anticipazione.

(Coordinamento giornalistico Gianni Lucarini, coordinamento tecnico Domenico Catano)