New York, De Blasio introduce festività musulmane nelle scuole


L’annuncio del sindaco. Una decisione che “rispetta le diversità” della Grande Mela e che rispetta le promesse nel suo programma elettorale


B_RKRw7UoAAfT4SNew York, la città dalle mille culture, da oggi è più musulmana. Il sindaco della Grande Mela Bill De Blasio ha infatti annunciato che in tutte le scuole della città verranno introdotte due delle principali festività della religione: l’Eid al Fitr, la festa della fine del Ramadan e l’Eid al Adha, la festa del sacrificio. L’annuncio è arrivato durante una conferenza stampa, ed è stato ribadito da De Blasio su Twitter.

 

Una scelta che, si legge nel tweet, “rispetta la diversità della città”. Il calendario scolastico di New York prevede già le principali feste cristiane ed ebraiche, e l’introduzione delle festività musulmane faceva parte del programma elettorale di De Blasio. Eid al-Adha, chiamata anche Festa del Sacrificio, è una ricorrenza che ricorda l’episodio biblico del sacrificio di Isacco, comune alla religione cristiana, musulmana ed ebraica. Eid al-Fitr è invece la festività che coincide con la fine del mese sacro del Ramadan.

Il video della conferenza stampa: https://www.youtube.com/watch?v=7j3h9G8_jbc

L’annuncio di De Blasio ha suscitato reazioni positive ed è stato accolto favorevolmente, non soltanto tra i cittadini di religione musulmana. Su Twitter l’entusiasmo viene espresso con la nascita dell’hashtag #EidinNYC.  

 

Nel 2009 il Consiglio della città, su richiesta delle autorità musulmane, aveva dato parere positivo all’introduzione della festa nel calendario. Tuttavia l’allora sindaco di New York Michael Bloomberg non aveva attuato la richiesta, giustificandosi dicendo che i bambini avevano bisogno di passare più tempo a scuola.

Secondo le ultime stime i numeri dei musulmani a New York oscilla tra i 600 mila e un milione. Uno studio condotto dalla Columbia University ha rivelato che circa il 10% degli studenti delle scuole pubbliche sono di fede musulmana, e che il 95% dei bambini musulmani frequenta le scuole pubbliche.