Roma, guerriglia degli ultrà olandesi. Danni a Barcaccia


Scontri con la Polizia all’indomani dei disordini di Campo de’ Fiori: 23 fermati, 19 condanne. Dieci agenti feriti. Marino polemizza con le forze dell’ordine e chiede giustizia


poliziaGuerriglia a Roma. Un’altra giornata di altissima tensione nel centro della Capitale, all’indomani degli scontri tra i tifosi del Feyenoord – in città per la sfida di Europa League di questa sera contro la Roma – e le forze dell’ordine. Lancio di fumogeni e bombe carta in piazza di Spagna. La Barcaccia, il gioiello del Bernini appena restaurato, trasformata in una discarica di bottiglie di birra e vetri rotti: marmo danneggiato in più punti, a soli cinque mesi dall’inaugurazione. Dieci agenti e tre tifosi feriti. Ventitré arrestati. Stamattina le prime otto condanne per i disordini di ieri a Campo de’ Fiori. Nel pomeriggio sono stati condannati altri undici tifosi. La città è blindata: 1300 uomini delle forze dell’ordine in azione. Allerta massima anche fuori dallo stadio Olimpico, dove si temono nuovi scontri.

IL VIDEO DEGLI SCONTRI DA CORRIERE.IT

Un autentico campo di battaglia ai piedi della scalinata più famosa del mondo. Alcuni negozianti sono stati costretti ad abbassare le saracinesche, terrorizzati dal clima di violenza che si stava creando. Sono circa seimila i tifosi arrivati a Roma. E l‘ira del sindaco Ignazio Marino si è scagliata contro la frangia più violenta.

Severo anche il governatore del Lazio, Nicola Zingaretti: “Uno sfregio a Roma ad opera di incivili. Ora pene esemplari e nessuna indulgenza. Solidarietà alle Forze dell’Ordine”. Dopo l’invasione di piazza di Spagna, i tifosi si sono spostati in piazzale delle Canestre, a Villa Borghese, nel punto di ritrovo predisposto dalla Questura per il trasferimento degli ultrà allo stadio Olimpico (fischio d’inizio alle 19). Decine di poliziotti hanno cercato di tenere sotto controllo i supporter olandesi.

FEYENOORD CONTRO QUESTURA – “Siamo sorpresi dalle decisioni della questura di Roma”. È spagnaquesto il comunicato apparso sul sito della squadra olandese del Feyenoord, dopo gli scontri avvenuti nel centro della Capitale. Il club olandese commenta in maniera critica le disposizioni della polizia, nonostante le scene di guerriglia che da ieri sera si susseguono per le strade di Roma. “Siamo rimasti spiacevolmente sorpresi – si legge nella nota – dalla decisione unilaterale della polizia di cambiare le disposizioni concordate per i nostri tifosi”. La protesta riguarda anche il numero dei biglietti venduti. “Le autorità hanno deciso lo scorso giovedì la vendita libera dei tagliandi per il match, anche per il settore ospiti. Ci sono stati messi a disposizione solo 5.000 posti – conclude la nota – mentre quello spicchio di stadio Olimpico ha una capienza di circa 5.800 posti”. Sul profilo twitter del Feyenoord, soltanto le immagini dei tifosi festanti. 

LE CONDANNE – Sono stati processati i primi otto tifosi olandesi del Feyenoord arrestati dalla polizia per i disordini di ieri sera a Campo de’ Fiori. Sono stati condannati a sei mesi, convertiti in 45.000 euro di multa a testa. Per gli otto supporter è stato inoltre deciso il divieto di dimora nella città di Roma. Tutti giovani tra i 20 e i 28 anni, sono comparsi in aula con evidenti ecchimosi in volto e alla testa. Nel pomeriggio, altre undici condanne: per sei imputati i giudici della Decima sezione penale del Tribunale capitolino hanno inflitto una condanna ad otto mesi mentre per altri tre, che avrebbero resistito con violenza agli arresti colpendo gli agenti in servizio, sono stati condannati ad un anno e quattro mesi di carcere. Altri due tifosi olandesi hanno patteggiato una pena che è stata convertita in una multa pecuniaria di 40 mila euro. I giudici hanno disposto per tutti il Daspo e il divieto di dimora a Roma

Schermata 2015-02-19 alle 18.20.36I DANNI – A fare il punto della situazione è l’assessore alla Cultura e al Turismo, Giovanna Marinelli. “Da una prima analisi risulta danneggiato il candelabro centrale della Barcaccia – ha affermato – Nelle prossime ore l’area intorno alla fontana verrà recintata e l’acqua prosciugata per un controllo dettagliato. Verifiche andranno fatte anche per la Scalinata di Trinità dei Monti e per l’intera piazza. Il nostro patrimonio e la nostra cultura sono stati oggi profondamente offesi”. Il ministro alla Cultura, Dario Franceschini, ha chiesto “punizioni esemplari”.

LE REAZIONI POLITICHE – La follia ultrà è diventato subito territorio di scontro politico. Da Giorgia Meloni (Fratelli d’Italia) un attacco diretto al sindaco e al ministro dell’Interno: “Orde di trogloditi ubriachi e drogati stanno devastando il centro di Roma, mi chiedo cosa stiano facendo Alfano e Marino”. Poi la richiesta di risarcimento: “Pretendiamo il risarcimento dei danni materiali e di immagine subiti dalla città”. In un tweet, il segretario della Lega Nord, Matteo Salvini, ha chiesto le dimissioni del ministro Alfano.

LA UEFA – Nessun commento da parte della Uefa, il massimo organo calcistico d’Europa, sugli scontri avvenuti ieri e oggi nel centro di Roma “perché al di fuori della nostra giurisdizione”. Ma L’Uefa vigilerà la situazione dentro e fuori lo stadio Olimpico stasera nel match tra Roma e Feyenoord e “in caso di incidenti durante la gara o nei pressi dello stadio – precisa in una nota – un’inchiesta verrebbe aperta”.