Come sua madre, in fin di vita la figlia di Whitney Houston


Due giorni fa Bobbi Kristina Brown è stata trovata in fin di vita nella vasca da bagno della sua abitazione. Forse ha fatto uso di sostanze stupefacenti


Bobbi Kristina Brown
Bobbi Kristina Brown insieme con il marito Nick Gordon

Bobbi Kristina Brown, figlia di Whitney Houston, sta lottando tra la vita e la morte. L’hanno trovata nella vasca da bagno della sua casa di Atalanta (Georgia) due giorni fa. La 21enne avrebbe tentato di annegarsi. Adesso si trova in coma farmacologico presso il North Fulton Hospital di Atlanta: le funzione del suo cervello sarebbero sensibilmente diminuite. “Preparatevi al peggio”, avrebbero detto i medici ai familiari. A trovare la giovane è stato il marito Nick Gordon che ha chiamato i soccorsi e le ha praticato un massaggio respiratorio.

Non ci sono ancora dichiarazioni ufficiali, ma secondo il sito Tmz, la polizia avrebbe trovato anche della droga nell’abitazione della Brown. Forse – azzarda il sito di gossip – la 21enne sarebbe svenuta nella vasca dopo aver assunto stupefacenti.

Sembra un film già visto. La vasca da bagno, la droga, i media, i comunicati dei medici. Tre anni fa, l’11 febbraio 2012, Whitney Houston era stata trovata senza vita nella toilette della sua stanza d’albergo, all’hotel Beverly Hilton di Los Angeles. Era stato il suo fidanzato, il cantante Ray J, a cercare di salvarla, senza riuscirci. La star di Bodyguard era morta, così, per un collasso cardiaco. Da anni lottava contro la dipendenza dalle droghe. Nel 2006 le foto pubblicate dal Tabloid The Sun furono impietose.

Whitney Houston irriconoscibile (The Sun)
Whitney Houston irriconoscibile (The Sun)

L’interprete di I will always love you era riuscita a rialzarsi e nel 2009 aveva pubblicato un nuovo album di successo I look to you. Si era esibita anche a X Factor Italia. Il successo era tornato e con lui – purtroppo – anche gli eccessi. Fino a quella tragica notte.

La storia della figlia corre parallela. Nel marzo del 2011 gli scatti di Bobbi Kristina mentre sniffa cocaina a una festa fanno il giro del mondo. All’epoca aveva solo 18 anni. Qualche anno prima una foto che la ritraeva mentre fumava hashish era finita su tutti i settimanali di gossip.

Bobbi Kristina sniffa cocaina a una festa, è il 2011  (National Enquirer)
Bobbi Kristina sniffa cocaina a una festa, è il 2011 (National Enquirer)

Whitney portava sempre sua figlia sul palco, ma il rapporto tra le due non sarebbe stato sempre idilliaco. Tina Brown, cognata della star, rivelò che la Bobbi Kristina aveva paura dei comportamenti aggressivi e instabili della madre.

Oggi al capezzale della figlia c’è il padre Bobby Brown. Per molti il rapper è la causa dei mali di Whitney Houston. Lo ha scritto anche la madre della pop star nella biografia Ricordando Whitney: “Credo che la sua vita sarebbe andata in modo diverso. Sarebbe stato più facile per lei stare sobria e rimanerlo”.

Bobby Brown, secondo alcune fonti vince al cantante, sarebbe “inconsolabile”. Ai media americani ha dichiarato: “Per favore permettete alla mia famiglia di affrontare questa situazione in privato e dare a mia figlia l’amore e il sostegno di cui ha bisogno”.

È la maledizione dello showbiz che tanto dà e tutto toglie.