Papa: “Famiglie numerose non causa di povertà, ma speranza”


Bergoglio torna sul tema della procreazione dopo le dichiarazioni sui cristiani “conigli”. Il Pontefice attacca corruzione e sistema economico: creano povertà


papa8Papa Francesco torna sul tema della procreazione responsabile durante l’udienza generale per il viaggio nelle Filippine e in Sri Lanka. “Dire che le famiglie numerose” sono la “causa della povertà” è “semplicistico“, ha dichiarato il Pontefice. “E’ un sistema economico che ha tolto la persona dal centro e vi ha posto il dio denaro, invece, la principale causa della povertà”. Papa Bergoglio ha aggiunto che “dà consolazione e speranza vedere tante famiglie numerose che accolgono i figli come vero dono di Dio. Loro sanno che ogni figlio è una benedizione”.

Qualche giorno fa, durante il viaggio di ritorno dalla visita nei due Paesi, il Papa aveva dichiarato: ““i cattolici facciano figli, ma non come i conigli”, esortando a una paternità responsabile. Le parole del Capo della Chiesa cattolica hanno scatenato le polemiche, soprattutto di alcuni gruppi e movimenti cattolici.

Il Segretario generale della Cei, monsignor Nunzio Galantino, difende le parole di Papa Bergoglio: “Il Papa ha riaffermato che non si possono fare figli tanto per farli, che non può prevalere l’istinto” ha detto Galantino. “Perché scandalizza se parla in modo non convenzionale della vita e del Vangelo? Il discorso del Papa è invece un appello alla consapevolezza”.

Infine, secondo Papa Francesco, non sono le famiglie numerose a creare povertà, ma la corruzione. “La cura dei poveri è essenziale nella vita cristiana e comporta il rifiuto di ogni forma di corruzione” ha concluso il Pontefice. “La corruzione ruba ai poveri e richiede una cultura dello scarto”.