Incidente nucleare in Ucraina: “Nessuna fuga radioattiva”


Distacchi di energia elettrica in diverse regioni. “È stato come un corto circuito” assicura il primo ministro.


ucrainaNell’Ucraina sudorientale, a metà strada tra la Crimea e le province ribelli filorusse, c’è stato un incidente alla centrale nucleare di Zaporizhye. Lo ha reso noto oggi in Parlamento il primo ministro ucraino, Arseny Yatseniuk, precisando che il fatto non rappresenterebbe un pericolo e che l’impianto tornerà alla normalità entro venerdì 5 dicembre.

“Non c’è minaccia…non c’è problema con i reattori”, ha spiegato il nuovo ministro dell’Energia Volodymyr Demchyshyn, aggiungendo che l’incidente riguarda il sistema di erogazione dell’energia e che non è “in nessun modo” legato alla produzione energetica.

L’episodio, avvenuto al blocco numero 3, un reattore da 1.000 megawatt, ha lasciato senza elettricità molte regioni, Crimea compresa, peggiorando la già grave crisi energetica del paese.

Il ministro Yatseniuk, tuttavia, ha minimizzato l’accaduto paragonandolo a un “corto circuito”.