Spacciava marijuana e crack
Fermata bambina di undici anni


È accaduto a Città del Messico, nel quartiere di Cancun. La ragazzina guidava un motorino rosso, in modo “spericolato” secondo gli agenti. Solo pochi mesi fa arrestato un quattordicenne-killer


La polizia messicana ha fermato una bambina di undici anni in possesso di marijuana e crack, droga pronta per essere smerciata. Gli agenti hanno fermato la bambina a bordo di un motorino rosso, guidato in maniera “spericolata”. È accaduto a Cancun, quartiere della sterminata e pericolosa Città del Messico. La piccola ha raccontato ai magistrati di lavorare per un uomo di cui conosce solo il nome, “Jonathan”, probabilmente uno dei tanti narcotrafficanti della zona. “Sono sola da tempo, i miei genitori mi hanno abbandonato”, ha detto agli investigatori.

Sembra la sceneggiatura di un film, ma questo e altro accade in un paese ad altissima concentrazione criminale. Solo pochi mesi fa la polizia aveva arrestato un ragazzino di 14 anni, Edgar Jimenez Lugo, detto “El Ponchis”, il quale ha confessato di aver preso parte a circa trecento omicidi, seppur in modo indiretto. “El Ponchis” lavorava per una gang dello stato di Morelos. È stato condannato a tre anni di carcere, pena massima per i ragazzi della sua età.