Obama incontra Abu Mazen a Ramallah
“I palestinesi meritano uno stato loro”


Prosegue il tour in Medio oriente del presidente degli Stati Uniti: “La pace è la sola strada verso la sicurezza”. Lancio di razzi da Gaza verso il sud di Israele


“I palestinesi meritano uno stato loro”. Lo ha detto Barack Obama dopo aver incontrato il presidente dell’Autorità palestinese Abu Mazen, aggiungendo che “gli Stati Uniti restano impegnati alla visione dei due stati”. Obama è giunto a Ramallah all’indomani della tappa israeliana del suo tour in Medio Oriente. Diversi manifestanti si sono riversati in strada per protestare contro il presidente degli Stati Uniti.

Mentre Obama si trovava in visita a Gerusalemme, due razzi sparati da Gaza hanno raggiunto il sud di Israele, senza causare feriti. L’attacco non è stato rivendicato. L’azione è stata condannata sia Obama che da Abu Mazen. Il leader palestinese si è detto convinto che sia gli americani, in particolare il presidente e il segretario di Stato John Kerry, sapranno “rimuovere tutti gli ostacoli verso la pace”. “La pace non può essere raggiunta attraverso la violenza, l’occupazione e le colonie”, ha aggiunto Abu Mazen. Su quest’ultimo punto si è detto d’accordo Obama, secondo cui “la politica degli insediamenti non è appropriata per la pace”. Il presidente degli Stati Uniti ha detto di averne parlato al premier israeliano Benjamin Netanyahu. Abu Mazen ha riaffermato che solo dopo lo stop alla colonizzazione potranno ripartire i negoziati di pace.

Proprio a Tel Aviv si fanno i conti con la prima visita di Obama in Israele. Il ministro per le Relazioni internazionali ha riferito che il presidente americano “si è impegnato fermamente a ad agire contro il programma nucleare iraniano”. “Sono fiducioso che l’alleanza con Israele sia eterna”’, aveva sottolineato Obama arrivando in Israele.