Busta con proiettile
indirizzata ai magistrati
De Bernardo e Mollace


I due sono impegnati in importanti processi contro la ‘ndrangheta


Una busta contenente un proiettile di kalashnikov è stata intercettata all’ufficio postale di Reggio Calabria. Il plico era indirizzato ad Antonio De Bernardo e Francesco Mollace, due magistrati impegnati, rispettivamente, nella Direzione distrettuale antimafia e nella Procura generale della città dello Stretto. Stanno entrambi rappresentando l’accusa in un importante processo contro la ‘ndrangheta. Sull’episodio stanno ora indagando i carabinieri. Già lo scorso 8 marzo una busta contenente 50 grammi si polvere da sparo era stata inviata al Pubblico ministero Giuseppe Lombardo. In quel caso il plico conteneva anche un biglietto con la frase: “Se non la smetti sono pronti altri 200 chili”.