Camera, Bersani
avanti. Grillo:
è boom di consensi


La coalizione di centrosinistra al 30%. Il centrodestra al 28 %, con il Pdl sopra il 20


La coalizione guidata da Pierluigi Bersani è avanti alla Camera, con un vantaggio sempre più ridotto sul cartello elettorale di Silvio Berlusconi. Pdl, Lega e alleati minori sono  sopra il 28%, tallonati dal Movimento 5 stelle, il cui exploit senza precedenti lo sta portando a superare il 25% dei voti.  E siamo a oltre 37.000 sezioni scrutinate su 61.446 nazionali.

I dati che stanno affluendo – lentamente – al ministero degli Interni parlano una lingua molto diversa rispetto ai sondaggi pre elettorali: il centro sinistra (Partito democratico, Sel, Partito socialisti e centristi di Tabacci) sfiora quota trenta percento, attestandosi intorno al 30,6%. Sette punti in meno rispetto alle elezioni del 2008, quando in tandem con l’Italia dei Valori i democratici guidati da Veltroni raggiunsero il 37%.

Quello che soprattutto i sondaggi non indicavano è il clamoroso boom di consensi raccolti dal Movimento 5 stelle di Beppe Grillo. A colpire è l’omogeneità territoriale dei consensi assegnati alla giovanissima formazione politica, che si avvia verso un incredibile 25%. Il centrodestra guidato da Silvio Berlusconi sta ottenendo un complessivo  28%, con il Pdl al 20%. Alfano, segretario del partito, ringrazia i suoi elettori e il suo leader, capace di una fortissima rimonta nei consensi. Un mese di campagna elettorale con il piede costantemente sull’acceleratore sembra aver decisamente pagato.