Le finte donne
del manifesto Pdl:
foto comprate online


Le testimonial del messaggio elettorale pubblicato giovedì sono modelle


“Sono una donna, non sono una bambola”. Ma le testimonial del messaggio elettorale del Pdl, pubblicato giovedì su diversi quotidiani nazionali, non sono neanche vere elettrici di Silvio Berlusconi. Sono tre donne di diverse età, una bionda, una mora e una più anziana, con il volto sorridente e rilassato. Modelli quasi perfetti, che dovrebbero rappresentare l’elettorato di donne “che lavorano in casa, in ufficio, in fabbrica” o che “cercano con fatica un impiego”. Ma i volti di queste donne “stanche di essere considerate di serie B”, in realtà, sono acquistabili on line e utilizzabili a fini commerciali. Il blog Nomfup (animato da Filippo Sensi, vicedirettore di Europa) ci ha messo un attimo a scoprire l’inganno: per l’immagine di una “Sorridente donna anziana felice. Isolato su sfondo bianco” c’è un apposito sito web, dove, digitando le parole chiave “Sorridere braccia incrociate in piedi signora, guardando la fotocamera”, si può comprare anche la foto della donna bionda del trio. La terza, la ragazza mora sulla sinistra, ha già prestato il proprio volto per la pubblicità di un’azienda che fornisce componenti per ufficio.

Dietro alla campagna, riferisce il quotidiano on line Lettera43, ci sarebbe l’onorevole Daniela Santanchè. “Dobbiamo riscattarci e dire che siamo orgogliose di essere donne del Pdl e siamo orgogliose di votare per Silvio Berlusconi”, aveva detto alla presentazione del manifesto. Un vero e proprio appello in difesa dei diritti di mogli, figlie, lavoratrici e impiegate. Il riferimento è al segretario del Pd Pierluigi Bersani, secondo il quale il Cavaliere parla di donne “come se fossero bambole gonfiabili”.Le tre testimonial del messaggio non sono bambole gonfiabili, ma anche loro si possono trovare su un catalogo.