Trovato cadavere mutilato
è giallo sull’identità


Un corpo senza arti è stato trovato in un parco. Non è stato possibile ricostruire la vicenda e dare un’identità al cadavere.


È una scena degna di un film horror quella che si è presentata agli occhi di chi ha scoperto un cadavere mutilato nel Parco di Monte Morello, a nord di Firenze.

Il corpo era scarnificato, senza entrambe le mani e un piede. Lo stato del cadavere non ha permesso identificarne l’identità e il sesso.

Sono partite le ricerche dei carabinieri e del Corpo forestale volte a ritrovare non solo gli arti mancanti, ma anche oggetti appartenuti alla persona, così da poter supporre l’identità del proprietario del corpo e poter ricostruire la dinamica dell’accaduto. Gli odontologi, ovvero i medici legali che a partire dalla dentatura di un cadavere cercano di ricostruirne l’identità, sono già all’opera per dare un nome e un’età ai resti rinvenuti.

Una ricerca che non può escludere nessuna possibilità, neppure quella che considera l’eventualità che alcuni animali selvatici possano aver trasportato pezzi del cadavere in zone lontane rispetto al luogo del ritrovamento, rendendo ancora più difficile risalire alla verità. Non è escluso infatti che il corpo fosse prima stato seppellito e poi dissotterrato a causa degli agenti atmosferici. Rimane anche il dubbio che il cadavere sia stato abbandonato nella boscaglia. L’area del ritrovamento è stata isolata per poter facilitare le ricerche.

Un giallo che ne ricorda un altro. L’anno scorso a Roma un passante trovò a via Ardeatina un cadavere mutilato, senza testa, gambe e organi.