Abusi sulla figlia
della convivente
“Zitta o finisci in collegio”


L’uomo in diverse occasioni avrebbe picchiato, molestato e costretto ad avere rapporti sessuali la figlia della convivente, che oggi ha 17 anni, minacciandola di rinchiuderla in collegio


Per dieci anni avrebbe abusato della figlia minorenne  della compagna minacciandola di rinchiuderla in collegio se non avesse acconsentito. Con l’accusa di violenza sessuale aggravata su minore e atti sessuali con minorenne, è stato arrestato un 35enne di Torre del Greco, nel napoletano, già noto alle forze dell’ordine e destinatario di un ordine di custodia cautelare in carcere emesso il 12 aprile dal Tribunale di Torre Annunziata.

L’uomo in diverse occasioni avrebbe picchiato, molestato e costretto ad avere rapporti sessuali la figlia della convivente, che oggi ha 17 anni. Secondo le indagini dei Carabinieri, l’uomo avrebbe obbligato la ragazzina al silenzio minacciandola di rinchiuderla in collegio insieme al fratello. E’ stata la madre, una donna di quarant’anni, a presentare denuncia alle forze dell’ordine sulla base dei racconti della figlia. Le indagini e i successivi riscontri hanno permesso di accertare quanto fosse accaduto nel periodo nel quale l’uomo e la madre della minore avevano intrattenuto una relazione sentimentale