Si getta dal decimo piano
muore un sacerdote


Al funerale erano presenti oltre cinquecento tra credenti e amici del parroco dell’Opera Don Orione


È morto lanciandosi nel vuoto. Don Franco Galizia, sacerdote 48enne di Palermo, è morto dopo essersi gettato dal decimo piano di un palazzo in via Don Orione. Originario di Potenza, da cinque anni era direttore dell’Opera Don Orione presidente dell’Endofap Sicilia, un centro per la formazione e l’aggiornamento professionale. Sul posto sono subito accorse diverse volanti della polizia.

Alle esequie hanno partecipato commossi oltre cinquecento fedeli che hanno esternato il loro estremo saluto al sacerdote con un applauso lungo oltre cinque minuti. Il motivo per il quale Don Franco si è lanciato nel vuoto resta ancora un mistero. «Dieci giorni fa Don Franco era andato a Roma per una visita medica», afferma un’amica della vittima. «Conosco la famiglia dove si trovava, sono sconvolti». «Una decina di giorni fa – ha detto il viceparroco del Don Orione – è andato a Roma, ma per un convegno della pastorale giovanile. Quando è tornato però era diverso, più silenzioso, quasi remissivo. Ma non c’è nulla che messo insieme possa bilanciare il suo gesto. La Chiesa una volta era più severa – aggiunge – oggi, invece, dice ‘La vita non uccide la vita’». E conclude così: «Resta un mistero inspiegabile quello che avviene nella mente umana». Della vicenda si sta occupando il sostituto procuratore di turno, Marcello Viola.